Risultati Serie A Basket: Pistoia, che impresa con Milano 

Pubblicato il autore: Filippo Baldi Segui



Risultati serie A Basket, Pistoia – Olimpia Milano, la cronaca

L’Olimpia Milano incassa la quarta sconfitta stagionale sul campo di una The Flexx Pistoia che mette in scena una prestazione ai limiti della perfezione.È Milano ad illuminare per prima il tabellone con una tripla fuori equilibrio di Milan Macvan. Gli ospiti partono concentrati e riescono pazientemente a punire la pur ben architettata difesa pistoiese. Gli uomini di Repesa scappano subito sull’4-11 ma grazie alla grande intensità espressa gli uomini di Esposito tornano sotto con un controparziale di 9-2 che impatta il parziale sul 13-13. Di qui i ritmi offensivi si alzano leggermente e si alza anche il livello della partita, che rimane sostanzialmente in equilibrio fino al primo intervallo, quando il tabellone recita 22-20.Nel secondo parziale i ruoli si invertono: la zona milanese ci mette un paio di minuti di troppo ad ingranare e i padroni di casa mettono a segno quattro punti in fila in avvio toccando il +6, Milano però risponde a tono e grazie ad un grande Ricky Hickman ritorna sotto di una sola lunghezza (31-30) costringendo Esposito al time out. Il minuto di pausa sortisce l’effetto desiderato, Petteway e compagni rientrano in campo con la faccia giusta e piazzano di nuovo un 9-2 che costringe questa volta gli ospiti al time out sul massimo vantaggio casalingo (40-32).Milano però è prima in classifica non a caso, anche stavolta rientra e riesce ad andare a riposo con due soli punti di svantaggio sul 42-40.

Leggi anche:  Olimpia Milano-Zenit: streaming e diretta tv? Dove vedere Eurolega

Dopo l’intervallo lungo Pistoia riparte intorpidita e Milano ritrova il pareggio sul 44-44, di qui in poi la partita sale ancora di intensità e le difese incominciano a prevalere sugli attacchi, a risentirne di più sono gli uomini di Jasmin Repesa, che in dieci minuti mettono a segno solo 13 punti subendone 18. Jenkins e Boothe lanciano l’arrembaggio pistoiese, che si sostanzia in un 60-53 all’ultimo mini intervallo.Milano non ci sta affatto a lasciare a Pistoia questi due punti e il 7-0 in un minuto e mezzo ad inizio ultimo parziale lo testimonia. Pistoia è chiamata a gettare il cuore oltre l’ostacolo, ma si sa, al palacarrara succedono cose impensabili per tutti gli altri campi d’Italia. Così al parziale milanese Pistoia risponde con un 12-3 incredibile che porta ancora Boothe e compagni sul massimo vantaggio 72-63. Questa volta però non basta la classe di Macvan e compagni, Pistoia è in trans agonistica, due assist no look di Crosariol lanciano l’attacco definitivo a cui Milano riesce a rispondere solo con uno scatto di nervi che frutta soltanto un sovraccarico di falli per Macvan e McLean . A Pistoia riesce l’impresa, il palacarrara esplode, finisce 85-74.

Leggi anche:  Olimpia Milano-Zenit: streaming e diretta tv? Dove vedere Eurolega

Serie A Basket, Pistoia-Milano, le dichiarazioni dei coach

Repesa: “Posso solo fare i complimenti a Pistoia, hanno creato una grande atmosfera, ai miei giocatori non posso dire nulla dobbiamo giocare quattro partite in settimana e le rotazioni sono ridotte. So che è dura per la proprietà i tifosi e i giocatori ma ci sono momenti così nelle stagioni. L’obiettivo nostro è lo scudetto, dobbiamo lasciar passare questo momento e rimetterci a lavorare quando avremo più tempo per allenarci.”

Esposito: “Per portare a casa questa partita dovevamo giocare la partita perfetta. Non dal punto di vista dello spettacolo, dal punto di vista dell’esecuzione e della concentrazione. Dispiace perché ci prepariamo così anche le altre settimane, come contro Venezia e Trento. Stasera non abbiamo mai commesso due errori di seguito, quando hanno sbagliato gli avversari noi abbiamo fatto la cosa giusta. Fuori casa questo ci riesce solo a tratti. Siamo stati bravi anche con i giocatori che di solito facevano fatica, in attacco siamo riusciti a trovare l’uomo giusto tutte le volte. Abbiamo vinto stasera perché abbiamo avuto per quaranta minuti più voglia di vincere di loro. Dobbiamo aspettare la matematica per la salvezza, se arrivasse l’ottavo posto sarebbe un miracolo.”

  •   
  •  
  •  
  •