Mondiali Boxe femminile: Franchon Crews elimina Flavia Severin

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

flaviaseverin
Continuano i Mondiali di Boxe femminile ad Astana, capitale del Kazakistan. In palio, per le semifinaliste, il pass alla XXXI edizione delle Olimpiadi, che si terranno dal 5 al 21 agosto a Rio de Janeiro in Brasile. Alla rassegna iridata in Kazakistan si è presentata una truppa di sette italiane volonterose e combattive: Irma Testa, Diletta Cipollone, Alessia Mesiano, Flavia Severin, Marzia Davide, Valeria Calabrese e Valentina Alberti. Il rendimento delle nostre atlete italiane però, al momento risulta piuttosto altalenante, anche se le occasioni al momento non mancano proprio. La prima a misurarsi sul ring è stata Irma Testa, atleta che si è battuta nella categoria 60 kg. Nonostante i favori del pronostico(l’atleta è già qualificata per i giochi di Rio) la Testa è stata eliminata dalla svedese Agnes Alexiusson peraltro con verdetto unanime da parte dei giudici. Dopo era stato il turno della 26enne pescarese Diletta Cipollone, che in quattro riprese ha sconfitto la pluricampionessa nazionale irlandese Dervla Duffy, ottenendo di misurarsi contro la francese Delphine Mancini, nona classificata ai Giochi Europei di Baku del 2015. Purtroppo però, la pugile non si presenterà a ausa di un infortunio alla mano subito nel primo turno. La trevigiana Flavia Severin ha combattuto contro la statunitense Franchon Crews, (classe 1987, ed otto volte campionessa nazionale). L’incontro era valido per il tabellone della categoria 81 kg e la Severin, vincitrice in passato di molte medaglie ha infatti affrontato una dieta rigorosissima per tentare la qualificazione a Rio 2016. Nonostante questo ha faticato a rientrare tra le 75 kg e, nonostante una rigorosa dieta e severi allenamenti, si è trovata nell’antipatica posizione (d’accordo coi propri tecnici ) di rinunciare a gareggiare nella categoria 81 kg, rimandando la questione ai Mondiali di Novembre, che si svolgeranno dal 14 al 27 a San Pietroburgo. L’atleta quindi era giunta in Kazakistan con il chiaro obiettivo di ottenere quanto meno la qualificazione alle semifinali per approdare alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. L’incontro non ha però un’esito positivo per l’atleta Severin, che ha da subito patito i colpi ben assestati dell’avversaria, che nel complesso delle quattro riprese ha dimostrato la propria superiorità, anche se la nostra atleta ha tentato di reagire. Ad imporsi ai punti, con verdetto unanime da parte dei giudici, è stata dunque Franchon Crews, che infligge dunque una nuova delusione all’azzurra, eliminata dal torneo dopo aver perso la possibilità di andare alle Olimpiadi. Adesso si attende un pronto riscatto da parte delle atlete azzurre. Alle ore 15 toccherà ad Alessia Mesiano: l’atleta laziale sarà opposta alla statunitense Stalacia Leggett per la categoria 57 kg. Da ricordare che nella terza giornata c’è stato l’esordio vincente di Valeria Calabrese, che ha sconfitto la rappresentante di Taipei Cinese Chin Chian-Huei. Ora la Calabrese affronterà la cinese Wang Yuyang che a sua volta ha eliminato la russa Ekaterina Pinigina. Sempre nella terza giornata Marzia Davide ha eliminato, per la categoria 51 kg, l’ungherese Katalin Ancsin e nel prossimo turno affronterà la tedesca Azize Nimani, che a sua volta ha eliminato l’indiana Mery Kom Hmangte ai punti. Avanti Italia, dunque, per cercare di conquistare un posto alle tanto sospirate Olimpiadi di Rio de Janeiro.

MASSIMILIANO GRANATO

  •   
  •  
  •  
  •