Antony Joshua inarrestabile: demolito Breazeale

Pubblicato il autore: Antimo Carriero Segui

Antony Joshua

Semplicemente inarrestabile: d’altronde il suo curriculum di 17 ko in altrettanti match vinti non ha bisogno di ulteriori commenti.
Antony Joshua, mantiene la corona ibf dei pesi massimi di boxe, demolendo anche Dominic Breazeale, uno che fino a ieri aveva il proprio palmares immacolato.
Certo, l’americano non è mai stato considerato un talento cristallino, ma rappresentava comunque un test più attendibile rispetto a Charles Martin, l’ex campione ibf sconfitto da Antony Joshua in soli 2 round.
Nonostante l’eroica resistenza dello sfidante per 7 lunghissime riprese, il copione non è mutato: l’inglese, infatti, ha fatto valere la sua maggiore velocità e potenza, tempestando di colpi l’impotente avversario.
La grande capacità di incassatore, sommato ad un cuore comunque invidiabile, hanno protratto l’agonia più del previsto, prima che la logica prendesse il sopravvento.
L’occhio tumefatto di Breazeale e la crescente azione del campione, però, non hanno tardato ad emanare la cruda sentenza al settimo round: con il talento di Watford che ha piegato le gambe del rivale con una combinazione di colpi devastanti.
L’ennesima schiacciante vittoria di Antony  Joshua, non fa altro che sottolineare l’affermazione di un fenomeno, etichettato come il futuro della più importante categoria di pugilato.
Incredibile come l’inglese sia cresciuto esponenzialmente nel fisico e nel proprio stile, da quell’estate del 2012, nella quale, da dilettante, faticò a vincere l’oro olimpico contro il nostro Roberto Cammarelle.
Da allora, il passaggio alla boxe professionistica ha segnato la nascita di una nuova stella, che punta adesso con decisione, dopo aver affrontato Parker, alla cintura Wbc detenuta, dall’altro campione americano Deontay Wilder.
Quest’ultimo ha già fatto sapere attraverso il proprio entourage di voler difendere il titolo, dopo aver affrontato Arreola, nella propria terra in Alabama, dando vita a quello che molti considererebbero l’incontro dell’anno.
Insomma, in attesa della prova del nove, bisogna al momento incensare Antony Joshua, il demolitore per eccellenza del ring.

  •   
  •  
  •  
  •