Boxe: Picardi e Vianello si fanno strada nel Torneo Preolimpico di Baku 2016. Sconfitto Cosenza

Pubblicato il autore: Pietro D'Alessandro Segui

Picardi
Prosegue l’avventura di Vincenzo Picardi e di Guido Vianello nel Torneo Preolimpico di Baku 2016. Nella capitale dell’Azerbaigian, teatro oggi anche del Gran Premio d’Europa di Formula 1 vinto da Nico Rosberg con la Mercedes, Vincenzo Picardi ha sconfitto ai punti nella categoria 52 kg il pugile ucraino Ihor Sopinskyi. Questo successo permette all’atleta di Casoria di accedere agli ottavi di finale nel torneo mondiale dal quale verranno fuori i nomi che faranno parte della spedizione italiana alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016. Agli ottavi Vincenzo Picardi si troverà di fronte il pugile del Tajikistan Favzen Rakhmatshoev nell’incontro in programma martedì. L’entourage azzurro manifesta un cauto ottimismo sulle possibilità di Vincenzo di proseguire il cammino verso Rio. Vincenzo Picardi, nato a Casoria il 20 ottobre 1983, è un figlio d’Arte. Suo padre Antonio è stato pugile professionista negli anni ’80. Tesserato nelle “Fiamme Oro”, Vincenzo Picardi vanta un rispettabile “palmarès” olimpico. Queste le sue medaglie tutte conquistate nella categoria “pesi mosca”: bronzo ai Campionati Mondiali di Chicago 2007, ai Campionati dell’Unione Europea di Dublino 2007 e di Cetniewo 2008, alle Olimpiadi di Pechino 2008, nella Coppa del Mondo di Mosca 2008 e ai Campionati Europei di Mosca 2010 e di Ankara 2011.
Anche Guido Vianello, pugile romano della categoria supermassimi, ha superato il turno sconfiggendo ai punti il brasiliano Duarte Lima. Questo il tabellino dei giudici a favore del pugile italiano : 29-28, 29-28, 30-27. Vianello, martedì, si troverà di fronte l’ostico pugile cinese Haipeng Mu, che oggi ha superato per KO alla terza ripresa l’atleta del Kyrgystan Konstantin Li, e sarà un incontro molto difficile.
Amara sconfitta, invece, per il peso leggero (60 kg) Donato Cosenza. L’atleta azzurro, contro Ermek Sakenov, pugile anch’esso del Kyrgyzstan, ha disputato un buon incontro, ma ha dovuto soccombere di fronte all’esperto avversario. Sul livello delle prestazioni dei nostri atleti, sono chiarificatrici le parole rilasciate dal Team Leader degli azzurri Walter Borghino. “Ottime le prestazioni di Vianello e Picardi. Il primo, di fronte a un avversario scorbutico, è partito piano uscendo nel finale. Il secondo ha dato prova di essere in gran forma e molto determinato a raggiungere l’obiettivo della qualificazione. Ha vinto anche grazie alla sua enorme esperienza. Cosenza, purtroppo, ha trovato un avversario molto più esperto di lui. Donato comunque ha dato tutto per trovare la vittoria.”
Tra gli incontri di domani da segnalare quello che vedrà il peso medio siciliano (75 kg) Salvatore Cavallaro di fronte all’olandese Vander Pas, mentre martedì salirà sul ring anche il pugile di Marcianise campione del Mondo dilettanti nel 2009, Domenico Valentino, che affronterà il tagiko Anvar Yunosov nell’incontro valido per l’accesso ai quarti. Anche questo sarà un incontro molto delicato, ma il “palmares” del peso leggero italiano, bronzo ai Mondiali di Mianyang nel 2005, di Baku nel 2011 e di Almaty nel 2013 e agli Europei di Pola nel 2004, argento ai Mondiali di Chicago del 2007 e agli Europei di Ankara nel 2011, oro ai Mondiali di Milano nel 2009, ai Campionati EU di Madrid nel 2004, di Cagliari nel 2005 e di Pecs nel 2006 e nei Giochi del Mediterraneo di Almeira nel 2005 e di Pescara nel 2009, consente di nutrire buone speranze sull’esito positivo dell’incontro.

  •   
  •  
  •  
  •