Scandalo Clemente Russo: espulso dal Grande Fratello

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

clemente russoIeri sera si è consumata forse la pagina più brutta della Tv italiana, in un programma come il Grande Fratello Vip che ha visto lo scandalo Clemente Russo, in una puntata che ha attaccato al televisore milioni di spettatori. Le parole offensive verso Simona Ventura dette dal pugile olimpico hanno fatto il giro di tutti i social e non hanno lasciato indifferente le istituzioni pubbliche, tra cui il ministro della Giustizia Andrea Orlando che si ritiene indignato dal comportamento di basso rango e dalle parole volgari dette da un agente delle forze dell’ordine, che dovrebbe rispettare e far rispettare la legge e non dire quello che gli passa per la testa davanti a milioni di spettatori.

Scandalo clemente Russo: il pugile nella bufera

Davanti a un comportamento degno di un ‘bulletto’ da bar gli autori del Grande Fratello, programma sicuramente trash e non culturale ma comunque che non può tollerare frasi volgari né parole che hanno oltrepassato di gran lunga i limiti della decenza, non hanno potuto fare altro che espellere il concorrente, obbligandolo alle scuse. Ma vediamo cosa è successo all’interno della casa per capire bene, per tutti coloro che non hanno seguito la vicenda, cosa è realmente accaduto. Parte lesa nella vicenda è Simona Ventura, donna dipinta come una ‘poco di buono’ per non dire cose più offensive, dall’ex marito Bettarini che racconta tutti i suoi tradimenti a Clemente Russo, facendo addirittura una lista dei ‘presunti amanti’, violando non solo la privacy ma calunniando gli interessati. Come se ciò non bastasse il pugile Clemente Russo rincara la dose, esprimendosi in maniera volgare nei confronti di Simona Ventura e arrivando a dire che le donne traditrici andrebbero uccise. Parole degne del più buio medioevo che non possono che lasciare indignati non solo gli autori e i conduttori del Grande Fratello ma l’Italia intera e le sue istituzioni.

Scandalo Clemente Russo: dalle Olimpiadi alla gogna pubblica

Un vero è proprio scandalo Clemente Russo che va dalle Olimpiadi di Rio alla gogna pubblica, spiegando che non si aspettava che si potesse sempre sentire quello che si diceva, e aggravando ancora di più la sua situazione. Per chi porta i colori azzurri nelle più alte manifestazioni sportive certo non ci si aspetta un tale comportamento brutto da vedere e da sentire, e sicuramente non da esempio per i giovanissimi atleti che vedono nei campioni dello sport un modello da seguire, che dovrebbe rappresentare la tolleranza e la sportività. Tutto questo è caduto ieri sera in diretta televisiva, dove il pugile ha perso veramente la faccia dimostrandosi una persona che forse non è, ma che ieri ha fatto intuire di essere. È vero che per solidarietà a un’altra persona e in preda all’istinto certe parole possono ‘scappare’ anche se non dovrebbero, ma per un poliziotto nonché atleta olimpico la cosa è molto grave, inoltre le parole sono state dette in Tv, davanti milioni di spettatori, senza alcun ritegno, come se i due stessero bevendo una birra in un pub. Comportamento veramente superficiale che non può che aver deluso l’Italia, e pensare che per indignare il Grande Fratello ce ne vuole…

 

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •