Boxe azzurra, impegni a Sofia e San Pietroburgo

Pubblicato il autore: Nicola Digiugno

pugilato

Sono sette le azzurre per gli Europei “Elite” femminili di pugilato, in programma a Sofia fino al 23 novembre. Tutte le atlete, scelte da coach Renzini, sono già partite e arrivate a Sofia, insieme all’intero team Itaboxing. Gli incontri avranno luogo nella capitale Bulgara, che torna a ospitare un grande evento pugilistico internazionale a due anni di distanza dai campionati dell’Unione Europea maschili, nell’agosto 2014. “E’ una squadra di assoluto livello, le cui componenti in Italia hanno vinto tutto, ma che non hanno un’altissima esperienza dal punto vista internazionale eccezion fatta per la Alberti, che nel 2015 ha conquistato l’argento ai Giochi Europei. Sono convinto, avendole viste durante la preparazione, che sapranno farsi valere. L’Europeo sotto certi punti di vista è più difficile di un Mondiale, poichè fin da subito puoi ritrovarti di fronte le migliori al mondo”, così coach Renzini in un comunicato diffuso dalla Fpi. Il pensiero del team Leader Rosa: “E’ una squadra giovane sia dal punto di vista dell’età che dall’esperienza da Ring. Le ragazze sono in forma e sono sicuro che dimostreranno il loro valore, in un torneo molto difficile”.

Le protagoniste in azzurro
Stephanie Silva, Body Fight Liberati 48 kg
Roberta Mostarda, New Boxe 51 kg
Arianna Delaurenti Giulia, Skull Canavesana 54 kg
Sara Corazza, Pugilistica Tranvieri 60 kg
Carmela Donniacuo, Real San Felice 57 kg
Valentina Alberti, Esercito 64 kg
Assunta Canfora, Leone Fazio 69 kg

Lo staff
Sergio Rosa, team leader
Emanuele Renzini, head coach
Maurizio, stecca coach
Mario Sturla, team doctor

L’Italia in questa competizione ha conquistato 17 medaglie: 7 Ori (Galassi 50 Kg 2003, 2004, 2005 – Davide 54 Kg 2003, 2004, 2014 – Tosti 48 Kg 2005) 1 Argento (Severin +81 Kg 2014) 8 Bronzi (Tosti 48 Kg 2003 – Cannizzaro 52 Kg 2003 – Chiacchio 46 Kg 2004 – Piazza 52 Kg 2004 – Calabrese 46 Kg 2006 – Imbrogno 50 Kg 2006 – Davide 57 Kg 2009 – Mesiano 57 Kg 2014)

Partita da Fiumicino anche la spedizione azzurra per la quinta edizione degli Aiba world youth boxing championship, in programma a San Pietroburgo, in Russia, fino al 27 novembre. Iscritti 417 Atleti, provenienti da 75 paesi, 9 dei quali sono i nostri portabandiera scelti da coach Coletta. Il torneo csi svolgerà alla Sibur Arena, settemila posti a sedere. “La squadra è pronta. Abbiamo lavorato sodo e sono sicuro che i ragazzi daranno il massimo. Il Torneo è di altissimo livello, come dimostrano i numeri che parlano di più di 400 atleti in gara, ma il nostro team saprà farsi valere”, dice Coach Coletta nel comunicato della Fpi. Così il team leader azzurro Di Gaetano: “Sarà una kermesse avvincente, ma i nostri 9 pugili ci daranno grandi soddisfazioni”

I protagonisti in azzurro
Damiano Cordella, Be Boxe Copertino 52 kg
Nicola Cordella, Be Boxe Copertino 49 kg
Matteo Pirrera, Boxe Siracusa 56 kg
Francesco Iozia, Eagle 60 kg
Cristian Cangelosi, Castellini 64 kg
Remo Salvati, Fiamme Oro 69 kg
Gerlando Tumminello, Little Club 75 kg
Salvatore Scala, Siracusa Boxing 81 kg
Aziz Abbes Mouhiidine, Olympic Planet +91 kg

Lo staff
Giuseppe Di Gaetano, team leader
Giulio Coletta, head coach
Gianfranco Rosi, coach
Vasily Filimonov, coach
Marcello Giulietti, fisio
Francesco Rondoni, medico

L’Italia ha conquistato un oro in questa manifestazione nel 1994 a Istanbul (Turchia) con Pietro Aurino negli 81 Kg. Il torneo era ancora denominato “Junior”, kermesse nella quale Clemente Russo fece suo l’argento 81 Kg nel 2000 a Budapest in Ungheria.  La competizione è riservata ai boxer nati tra il 1 gennaio 1988 e il 31 dicembre 1999. Dieci le categorie di peso in gara: 49 Kg, 52 K, 56 Kg, 60 Kg, 64 kg, 69 Kg, 75 Kg, 81 Kg, 91 Kg, +91 Kg.

  •   
  •  
  •  
  •