Borussia Dortmund Bayern Monaco 2-0, la Supercoppa di Germania va ai gialloneri

Pubblicato il autore: Vincenzo Di Vaio Segui

auba

Roma – Il primo trofeo della stagione tedesca va al Borussia Dortmund. I gialloneri, che giocavano in casa, conquistano la Supercoppa di Germania, battendo 2-0 il Bayern Monaco. In una gara con troppi assenti, da ambo le parti, la squadra di Klopp si è dimostrata più pronta e più rodata, rispetto a quella avversaria tenendo il controllo della finale dal primo minuto al novantesimo trionfando grazie alle reti di Mkhitaryan e Aubameyang. Buona la prova di Ciro Immobile, vicino al goal in un paio di occasioni, mentre c’è da registrare il brutto infortunio di Javi Martinez.

La squadra di Klopp domina nel primo tempo

La Supercoppa tedesca si apre con il lampo di Shaquiri che al secondo minuto mette subito paura al Dortmund con un sinistro respinto dal portiere. Primo squillo tedesco di Ciro Immobile al 10′, ma il suo tiro da fuori area va di poco a lato. Al 16′ Neuer è chiamato ad un intervento importante per scongiurare il goal, dopo una folata di Piszczek. La pressione degli uomini di Jurgen Klopp non si ferma ed al 22′ Mkhitaryan porta in vantaggio i gialloneri con un destro al fulmicotone, imparabile per l’estremo difensore avversario. Piove sul bagnato per i Campioni di Germania: pochi minuti dopo lo svantaggio ecco l’ infortunio di Javi Martinez. Lo spagnolo esce in barella e con il ginocchio sinistro immobilizzato, segno che si dovrebbe trattare di qualcosa di pesante (sembrerebbero problemi ai legamenti del ginocchio). Nello scorcio finale del primo tempo il Borussia legittima il vantaggio, chiamano Neuer agli straordinari.

 Aubameyang chiude i conti in apertura di ripresa

Il Bayern continua a stentare e Guardiola manda in campo Mario Gotze, fischiatissimo ex, ma non basta: al 61′ Aubameyang raddoppia con un colpo di testa perentorio battendo Boateng in elevazione e festeggiando mascherandosi da Uomo Ragno. La pressione giallonera si allenta: Immobile (un paio di volte vicino al goal) e compagni puntano sulle ripartenze, ma i bavaresi non riescono a sbrogliare il bandolo della matassa in attacco non riuscendo ad impensierire gli avversari. L’unico vero pericolo per la porta del Borussia è portato dalla punizione-bomba di Alaba che è respinta con difficoltà dall’estremo difensore avversario.

  •   
  •  
  •  
  •