C. League: è la notte di Manchester City – Roma. De Sanctis stringe i denti, per i citizen in difesa Demichelis e Clichy

Pubblicato il autore: Alessandro Iacopini Segui

manchester_city-as_roma

Nonostante che quello di stasera sarà il primo incontro ufficiale tra Manchester City e Roma, la partita di oggi è già decisiva per il proseguo di entrambe le squadre in Champions League. Se i campioni d’Inghilterra in carica sono obbligati ad agguantare i tre punti dopo la sconfitta rimediata a Monaco contro il Bayern durante la prima giornata del girone di Champions League, al contrario la Roma arriva più tranquilla al match all’Etihad Stadium di Manchester. Non a caso il tecnico giallorosso Rudi Garcia ha detto in conferenza stampa:

“la Roma non ha niente da perdere nella partita contro il City. Vogliamo essere i protagonisti, non gli spettatori di questa sfida”.

Qui Manchester City – Pellegrini dovrebbe presentare l’undici titolare che ha vinto sabato scorso 4 a 2 contro l’Hull City in Premier. L’unica incognita è rappresentata da Clichy, che potrebbe giocare al posto di Kolarov a sinistra: il francese garantisce più copertura rispetto all’ex laziale. Dopo la brutta partita disputata sabato, fuori in difesa Mangala, sostituito da Demichelis. Recuperato Stevan Jovetic, che partirà dalla panchina, restano indisponibili Fernando e Samir Nasri.

Qui Roma –  In porta De Sanctis dovrebbe farcela, mentre la coppia di centrali sarà per forza di cose formata da Manolas e Yanga Mbiwa (ancora out Astori e Castan). Sugli esterni ballottaggio tra Cole e Torosidis, mentre in attacco il tridente dovrebbe essere formato da Totti, Gervinho e Florenzi, con quest’ultimo preferito a Iturbe, convocato ma ancora non al meglio

Probabile formazione Manchester City (4-2-3-1): Hart; Zabaleta, Kompany, Demichelis, Clichy; Fernandinho, Yaya Touré; Milner, Silva, Aguero; Dzeko. All. Pellegrini.

Probabile formazione Roma (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Manolas, Yanga-Mbiwa, Cole; Pjanic, Keita, Nainggolan; Florenzi, Totti, Gervinho. All. Garcia.

  •   
  •  
  •  
  •