Roma e Juventus solitarie in vetta ma è Florenzi a fare notizia con l’abbraccio alla nonna in tribuna

Pubblicato il autore: Danilo Montefiori Segui

alessandro florenzi

Non si vive di sola tattica. Nel calcio, così come nella vita, sono anche i sentimenti a dominare. E così, a metà del primo tempo della sfida casalinga contro il Cagliari, Alessandro Florenzi è corso in tribuna ad abbracciare la nonna, per la prima volta presente in uno stadio a vedere giocare il nipote. Un gesto semplice, spiegato dallo stesso Florenzi: “è fantastica mia nonna, non è mai venuta neppure quando ero bambino ed era più comodo farlo, stavolta si è fatta tutta questa scarpinata, a 82 anni. Me lo aveva detto, dopo che avevo sbagliato quel gol in Nazionale: Vengo allo stadio, a vedere solo te, però vieni a salutarmi”.

Garcia commenta l’abbraccio di Florenzi alla nonna

Facile immaginare che la nonna si riferisse al post-partita pensando all’abbraccio, e non ad una corsa in tribuna durante il match, ma la trance agonistica ha avuto la meglio. Anche Rudi Garcia, l’allenatore della Roma, ha perdonato il suo giocatore, cui il gesto è costato l’ammonizione: “Florenzi pagherà la multa per l’ammonizione ma penso che la pagherà con grande felicità. È una bella immagine quell’abbraccio, la nonna sembra commossa, sono queste le immagini che voglio vedere“.

D’altra parte, Alessandro Florenzi non è solo. Nella stagione della Roma c’era già stato l’episodio di Rodrigo Taddei in Curva Sud all’esordio stagionale allo Stadio Olimpico. L’ex giallorosso ha assistito alla partita dal settore più caldo dello stadio in mezzo ai tifosi comuni, commuovendosi per i cori che gli sono stati dedicati. La stagione dei giallorossi è partita insomma con un filotto di quattro vittorie consecutive tra campionato e Champions League e con un forte pathos emotivo probabilmente dovuto alla pressione che grava su chi è chiamato a vincere qualcosa. Se son lacrime, fioriranno.

  •   
  •  
  •  
  •