Capello: gli stadi, campi di battaglia governati dagli ultrà

Pubblicato il autore: Paola Toscani Segui

CapelloDover rinunciare a portare i bambini allo stadio per evitare rischi per la sicurezza non è più ammissibile. Lo stadio? Il regno degli ultrà. Il ct della Russia, Fabio Capello, interviene a tutto campo sul tema sicurezza durante le partite di calcio,”Sarebbe ora che riuscissimo a portare avanti la tecnologia, si eviterebbero tanti episodi che servono solo a far discutere”. Fabio Capello promuove l’uso degli strumenti moderni. Tra i temi toccati dal commissario tecnico della Russia, la violenza: “In Italia allo stadio come in guerra e non si portano i bambini, perché gli ultrà decidono”. “Ci sono state curve di alcune squadre, la Lazio tanto per non fare nomi – ha aggiunto – che gestivano i biglietti. Gli ultrà non andavano a lavorare” ha concluso Capello.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Morte Maradona, dramma nel dramma: Diego Jr ricoverato per Covid non potrà salutare il papà