Gattuso si è dimesso da allenatore dell’Ofi Creta: “Non posso continuare da solo”

Pubblicato il autore: Danilo Montefiori Segui

gattuso ofi creta

Rino Gattuso non è più l’allenatore dell’OFI Creta. Gattuso ha annunciato l’addio dopo la partita casalinga persa per 3-2 contro l’Asteras, rassegnando contemporaneamente le dimissioni. A quanto pare, alla base del gesto ci sarebbero dissapori con la dirigenza e con parte del gruppo dei calciatori, come fanno intuire proprio le parole dell’ex campione del mondo: “Non posso continuare a tenere sulle mie spalle la situazione tutto solo”. Gattuso ha quindi spiegato che si è trattato di “4 mesi in una città splendida con tifosi fantastici: ci ho messo passione e forza, ma non posso continuare”. Senza dubbio sarà pesata al tecnico anche la situazione di classifica del suo Ofi che dopo la sorprendente vittoria in trasferta con il Panathinaikos e l’altrettanto estemporanea sconfitta interna con l’Asteras si trova al decimo posto con soli 9 punti all’attivo dopo 7 giornate del campionato greco.

C’è da ricordare come anche le precedenti esperienze di Gattuso sulle panchine siano terminate prima del finale di stagione. Sia nel Sion, dove ricopriva il ruolo di allenatore-giocatore, che nel Palermo di Zamparini (qui l’esonero era sicuramente più ipotizzabile) “Ringhio” non ha portato a termine l’annata complici risultati non all’altezza o scarsa sintonia con la dirigenza. Tutt’altra storia rispetto alla sua carriera da calciatore, dove ha vestito le maglie di Perugia, Rangers, Salernitana, Milan e Sion conquistando tutto quello che si poteva vincere, tra cui: due campionati italiani, due supercoppe italiane, due Champions League, due Supercoppe Uefa, un mondiale per club ed un mondiale Fifa con l’Italia. In serata, una delegazione di tifosi dell’Ofi Creta si è ritrovata sotto la casa dell’ormai ex tecnico per chiedere la revoca delle sue dimissioni ma, al momento, il risultato non sembra essere stato raggiunto.

  •   
  •  
  •  
  •