Juventus, Allegri: è il momento di cambiare

Pubblicato il autore: Maurizio de Strobel Segui

Parlare di crisi per una squadra prima in classifica, che ha vinto sette partite su nove, perdendone soltanto una e pareggiandone un’altra è certamente eccessivo, ma visti anche i non brillanti risultati in Champions (due sconfitte su tre partite, seppur in trasferta) possiamo dire che la Juventus stia attraversando una “crisetta”. L’impressione è che all’inizio la Juve abbia viaggiato con il pilota automatico, sfruttando ancora modulo e schemi di Antonio Conte, ma adesso qualcosa si è inceppato. Allegri ha saggiamente tenuto il 3-5-2, ma tutti sappiamo che questo non è il suo schema preferito. Infortuni e scarsa condizione di alcuni uomini fondamentali (Barzagli, Pirlo e Vidal su tutti) hanno messo in difficoltà il tecnico toscano, che adesso sta meditando di tornare ai suoi schemi collaudati, che prevedono quattro difensori, tre centrocampisti e tre attaccanti, magari con un trequartista dietro le due punte. La prossima partita, a Empoli, potrebbe essere quella giusta per fare una prova generale in vista della sfida già decisiva in Champions contro l’Olympiacos. Forse Allegri non ha gli uomini giusti – gli manca un vero trequartista, non ha esterni di ruolo – ma adesso è il momento di dimostrare il suo valore e di appropriarsi definitivamente di questa squadra.

Leggi anche:  Maradona e quel rifiuto alla Juventus: "Non posso fare questo affronto ai napoletani"
  •   
  •  
  •  
  •