Juventus, segnali d’allarme: ecco cosa non funziona

Pubblicato il autore: Maurizio de Strobel Segui

Nonostante il primo posto in classifica, la Juventus ha messo in evidenza qualche piccola pecca, che se non verrà risolta in fretta potrebbe far abbandonare ben presto ai bianconeri i propri sogni di gloria, come ad esempio una nuova vittoria dello scudetto e i quarti di finale di Champions (Buffon docet). Prima di tutto, l’attacco: Llorente finora ha realizzato un solo gol in campionato, troppo poco per uno come lui. Meglio, molto meglio, ha fatto Tevez, che però non segna da quattro partite e ha segnato l’ultimo gol su azione oltre un mese fa, gli altri sono stati solo rigori. I centrocampisti non incidono più come nel recente passato: Vidal e Pogba sono trasformati, forse più nella testa che non nel fisico, magari stanno pensando a quei cambi di squadra che in estate sembravano scontati e invece non ci sono stati. L’infortunio di Pirlo è stato sottovalutato, il dolore al femore permane e non permette al regista della Juve di effettuare correttamente tutti i movimenti per lui abituali. In difesa, a causa degli infortuni, giocano sempre gli stessi. Lichsteiner sembra già spremuto e anche lui è alle prese con un rinnovo di contratto che sembra non arrivare. Allegri e la società devono riflettere su tutto questo e prendere le necessarie contromisure. Ad Empoli non sarà una passeggiata e subito dopo arriverà la decisiva sfida di Champions contro l’Olympiacos: la Juventus non può permettersi di fallire.

Leggi anche:  Dove vedere Benevento-Juventus, streaming e diretta tv Serie A
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: