Lite tra Juve e Roma: Pallotta abbassa i toni “diamoci tutti una calmata!”

Pubblicato il autore: Alessia Padoan Segui

ballotta mette fine alla lite tra Juventus e Roma
Il dopo partita si scatena sui social ma questa volta il via alle polemiche non lo danno i tifosi ma i giocatori stessi. A distanza di giorni, lasciano ancora strascichi le diatribe provocate dal risultato della partita che ha visto domenica pomeriggio  in campo Juventus e Roma. La vittoria (3-2) della Juve ha provocato una lunga contestazione tra “le regine” del campionato italiano, che, forse,  il presidente giallorosso James Pallotta ha deciso mettere fine invitando tutti ad abbassare i toni sull’accaduto .

L’inizio dei battibecchi inizia nel campo e come ormai di consueto trova spazi sui social. “Sciacquatevi la bocca” lo ha detto Bonucci subito dopo il goal e lo ha cinguettato poco dopo su twitter.
Parole che non sono di certo piaciute al neo eletto c.t. della nazionale Antonio Conte che ha ripreso il giocatore cogliendo l’occasione per avvisare tutti gli altri che non tollererà durante il raduno della Nazionale passi falsi sui social. Nonostante il difensore bianco-nero  si sia scusato sottolineando che “ ho il massimo rispetto dei tifosi della Roma, dei giocatori, della società, del direttore sportivo Sabatini. Chi segue Bonucci e segue la Juve sa che quello è il mio modo di esultare dedicato ai miei amici. Non volevo attaccare nessuno”.

Dall’altra parte arrivano anche i commenti di Totti che subito dopo l’amara sconfitta dichiara chela Juve dovrebbe giocare un campionato a parte, ogni anno è così. Tanto arriveremo ancora secondi” e ancora “con le buone o con le cattive vincono sempre. Le immagini parlano chiaro”.

Forse a calmare le acque sarà il commento di Pallotta che suggerisce: Dovremmo fare tutti un respiro profondo e calmarci un po’. Il calcio è un gioco che va a mille all’ora e a volte emergono errori e controversie: questo è un discorso valido per tutti. In fondo siamo due grandi squadre e ci avviamo verso una rivalità che durerà a lungo: questo non può che essere un bene per il calcio italiano”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Juventus, gara importante: primato e sorteggio più agevole