LIVE Karaiskakis, Olympiacos-Juventus: le dichiarazioni dei protagonisti

Pubblicato il autore: Nicola Iuzzolino Segui

Dichiarazioni

Seconda sconfitta in champions per la Juventus di Allegri, battuta al Karaiskakis da un Olympiacos astuto e bravo nelle ripartenze. Male nel primo tempo, i bianconeri hanno alzato la testa solo nella ripresa, ma è mancata concretezza sotto porta. Queste le dichiarazioni dei protagonisti.

Tevez: “Sapevamo che loro potevano fare male. Non possiamo regalare così la palla. È difficile, perché noi dobbiamo crescere come squadra in Europa. Sappiamo che ora è più complicato di prima, ma so che la squadra ha un alto livello per poter passare il turno. Giocare con Morata e Llorente è lo stesso. Ad Alvaro puoi dargli la palla lunga, a Nando corta.”

Morata: “Potevamo vincere, ma questo è un campo molto difficile e con un tifo così caldo. Allegri mi aveva detto di dare profondità. Oggi Roberto ha fatto una grande partita, e io devo fare meglio. Oggi sono “incazzato” con me stesso, devo fare di più.”

Pogba: “Dobbiamo essere più decisivi, fare più gol, perché se non segnamo non vinciamo. Il mister aveva detto di allargare il gioco perché c’era spazio, ma abbiamo iniziato male il primo tempo e fatto un po’ meglio il secondo. Il portiere ha giocato bene, noi abbiamo sbagliato, ma i meriti sono i loro. In champions sono tutti forti, giocano per vincere e segnare, non difendono come in Italia. È qui che dobbiamo migliorare. In champions non ci lasciano spazio per giocare, non siamo abituati a questo, dobbiamo migliorare. Non penso siano un problema psicologico, ma dobbiamo trovare una soluzione per migliorare. Sono anni che miglioriamo, ma c’è qualcosa che manca. Penso sia una questione di concretezza davanti.”

Kasami: “Sappiamo la Juventus essere la squadra più forte in Italia, ma spesso chi segna prima vince. Abbiamo avuto 3 occasioni e sono bastate. Il nostro primo obiettivo era quello di essere compatti e non fare gli eroi. Dovevamo punirli in contrattacco e lo abbiamo fatto. Alla fine siamo riusciti a prendere i 3 punti.”

Allergi: “Il primo tempo abbiamo fatto male. Eravamo lenti e non riuscivamo a prenderli alti. Abbiamo preso 4 ripartenza per errori nostri. Abbiamo favorito il loro gioco. Abbiamo costruito anche nel primo tempo 3 azioni, ma dobbiamo ancora migliorare. Non possiamo concedere tutte quelle ripartenze. Ci ha fatto male la loro pressione, dovevamo muoverci un pochino di più con possesso della palla. Non c’è sudditanza psicologica, abbiamo sbagliato il primo tempo e ci siamo rovinati la partita. Nel secondo tempo abbiamo fatto bene e sono sicuro riusciremo a passare il turno. Andrea può trovare la condizione solo giocando, e pensavo che stasera avrebbe potuto abbassare i loro ritmi di pressione. In ogni caso sono certo che riprenderà la condizione e riuscirà a rendersi protagonista sia in campionato che champions. Vedendo i risultati fatti finora viene da dire che siamo comprimari in questa competizione, ma io non lo penso. Abbiamo fatto due mesi di grande intensità, perdendo solo a Madrid ma per colpa nostra. Con Sassuolo e Olympiacos (primo tempo) abbiamo fatto le partite peggiori, ma abbiamo creato in entrambe una quindicina di occasioni.”

  •   
  •  
  •  
  •