Roma che succede? Ad ottobre una sola vittoria

Pubblicato il autore: Federico Sorrentino Segui

Gervinho_Roma

La Roma zoppica e ci si chiede il perchè. Una sola gara vinta nel mese di ottobre, in casa contro il Chievo, poi una serie di risultati senza vittorie. Un punto in Champions League tra Manchester City e Bayern Monaco, la sconfitta allo Juve Stadium e il pareggio in casa della Sampdoria in campionato. Cosa succede alla Roma di Garcia? Fisiologico calo di forma, semplice mancanza di risultati, un calendario difficile che ha messo contro i giallorossi degli avversari di grande calibro o c’è dell’altro?

Probabilmente un po’ tutto questo. In casa del Manchester City la Roma ha dimostrato di avere ottime doti di palleggio e di trovare buone soluzioni offensive in campo aperto, se lasciata giocare. Ma le successive tre gare storte (Juventus, Bayern Monaco, Sampdoria) hanno palesato una squadra che va in difficoltà se pressata alta. L’impressione è che manchi uno stoccatore offensivo, capace di decidere gare bloccate e di terminare la stagione con 20 gol. Totti non regge il peso di un calendario così fitto, Destro non è l’attaccante ideale di Garcia. Gervinho è la spina nel fianco di qualunque difesa, ma non è un goleador e spesso ha bisogno di cinque occasioni per concretizzarne una. L’impressionante sfilza di infortuni – più che altro muscolari – dimostra ancora una volta che sopportare il doppio impegno campionato-Champions è logorante, specialmente per le squadre italiane che non riescono più a costruire organici capaci di reggere certi ritmi per tutto l’anno. All’orizzonte il calendario non appare così invitante. Dopo il turno infrasettimanale di mercoledì che si presenta sulla carta comunque agevole (in casa col Cesena), la tabella degli impegni prevede infatti due trasferte ostiche. Sabato a Napoli, in una gara delicata per motivi che con lo sport forse c’entrano poco, poi la settimana prossima il ritorno in casa del Bayern. Di tutto questo gode la Juventus, che grazie al pareggio di Sampdoria-Roma mitiga il passo falso di sette giorni fa in casa del Sassuolo, e che nelle prossime due gare (Genoa-Juventus, Juventus-Empoli) può anche provare ad allungare il passo su Totti e compagni.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: