Roma: il Destro che non va, non gioca e non segna

Pubblicato il autore: Federico Prosperi Segui

 

destro nazionale

Difficile giudicare un attaccante quando viene meno la  continuità ancora di più quando gioca e non segna. Questo non riguarda Mattia Destro che gioca poco e segna molto. Da quando ha cominciato a calcare i campi del calcio professionistico Mattia ha collezionato 105 presenze e 42 gol e nel mezzo un lungo infortunio che lo ha tenuto fermo per quasi un anno. L’attaccante di Ascoli Piceno classe ‘91 cresciuto nelle giovanili dell’Inter ha sempre dimostrato un gran bel carattere e non si è mai perso d’animo. Con la Roma anche se non con poche difficoltà per via dell’abbondanza di attaccanti riesce sempre a trovare spazio e gol mentre nella nazionale prima con Prandelli e il suo codice etico e poi con Conte non riesce a ritagliarsi quel ruolo da protagonista che gli spetterebbe vista anche la penuria di attaccanti in cui versa la squadra di Conte in questo momento. Tra settembre e ottobre  la nazionale ha disputato ben tre partite di qualificazione al prossimo Europeo e Mattia non ha mai ricevuto una telefonata. A lui è stato preferito Simone  Zaza, che dopo un avvio scoppiettante si è un po’ perso poi Giovinco che non essendo un titolare nella Juventus non avrà molti minuti nelle gambe e infine Graziano Pellè  sicuramente tra i tre è quello che più di tutti si è meritato la convocazione anche perché sta facendo molto bene in Premier League con il Southampton (7 presenze e 4 reti) ma che fino a pochi mesi fa, con tutto il rispetto, giocava nell’ Eredivise olandese e che nell’ ultima uscita ha siglato anche il gol della soffertissima  vittoria contro i modestissimi giocatori del Malta (partita terminata 1-0). Si proprio il Malta a cui Mattia Destro ha siglato l’unico gol in azzurro. Chissà che non sia di buon auspicio per una futura coppia azzurra?

 

  •   
  •  
  •  
  •