Serbia-Albania, disordini in campo e sugli spalti. Gara sospesa

Pubblicato il autore: Francesco Serrone Segui

76584123football_67536cI timori della vigilia hanno trovato conferma. L’incontro del gruppo I tra Serbia e Albania che si sta disputando a Belgrado e valido per la qualificazione ad Euro 2016 è stato momentaneamente sospeso a causa di disordini verificatisi in campo e sugli spalti. La causa di questi disordini sono le tensioni esistenti tra i due Paesi per l’indipendenza del Kosovo (regione a maggioranza albanese ma che fino al 2008 ha fatto parte della Serbia). Per evitare incidenti le autorità serbe avevano vietato la trasferta ai tifosi ospiti. Ma al 40° del primo tempo un drone a cui era legata una bandiera albanese con scritto sotto “Kosovo libero” ha sorvolato il terreno di gioco. Il difensore serbo Mitrovic ha strappato la bandiera scatenando un parapiglia tra le due squadre. L’arbitro Atkinson ha deciso di sospendere la gara. Già nei minuti precedenti la gara era stata momentaneamente sospesa a causa di un fitto lancio di petardi. AGGIORNAMENTO 21.55 – Riprende la partita. Si riparte dal 42° del primo tempo. Subito dopo si giocherà la ripresa. AGGIORNAMENTO 22.15 – Niente da fare. La Serbia è in campo pronta per ricominciare a giocare ma la tensione sugli spalti non accenna a placarsi. Il direttore di gara sospende ufficialmente la gara.

  •   
  •  
  •  
  •