Van Basten spiega l’abbandono all’Az: troppo stress

Pubblicato il autore: Federico Sorrentino Segui

timthumb

Addio alla panchina dell’Az Alkmaar per il troppo stress. Marco Van Basten spiega solo oggi le ragioni che lo hanno portato a lasciare qualche settimana fa la guida dell’Az a stagione in corso. Sono stati giorni complicati per il club olandese: prima l’abbandono di Van Basten, poi l’arrivo di Pastoor, quindi il ruolo di vice-Pastoor per l’ex attaccante del Milan. Un frullato di emozioni che hanno finito con lo spezzare il Cigno di Utrecht, spesso ‘vittima’ dell’emotività. Succedeva da giocatore e la situazione non è migliorata da tecnico.

“Avevo problemi per la responsabilità e lo stress – ammette Van Basten – non dormivo bene, e da questo sono derivati alcuni problemi fisici, anche se non seri. Non ho mai avuto veri problemi al cuore, ma sono sempre stato una persona emotiva e anche prima delle partite dormivo poco. Come allenatore è stato anche peggio. Alla fine viviamo tutti una sola volta, cerchiamo di fare almeno una bella vita”. Curioso come Marco Van Basten abbandoni la panchina dell’Az per le stesse ragioni che portarono il suo mentore, Arrigo Sacchi, a lasciare definitivamente la carriera da tecnico ai tempi del Parma nel 2001.

  •   
  •  
  •  
  •