Virus Ebola, allarme anche per la Serie A

Pubblicato il autore: Ivana Notarangelo Segui

allarme ebola

La morte del “paziente zero” Thomas Eric Duncan ricoverato a Dallas, dopo aver contratto il virus dell’Ebola, ha fatto scattare l’allarme anche per il calcio italiano. Infatti, sono molti i giocatori africani che militano nel nostro campionato e che in questi giorni sono impegnati per le qualificazioni alla Coppa d’Africa nelle loro terre di provenienza. Anche il torneo africano, che avrà inizio il 17 gennaio 2015, desta molte preoccupazioni, perché la maggior parte delle zone sono contaminate dal virus ed il rischio di contagio è davvero elevato. Solo il Marocco (dove si disputeranno molti degli incontri di calcio in questi giorni), il Senegal e la Tunisia sembrano non correre alcun pericolo. Tra i giocatori della Serie A, partiti in questi giorni e impegnati con le loro nazionali, il più a rischio è sicuramente Gervinho, che giocherà una gara casalinga con la sua Costa d’Avorio e l’altra in Congo, due zone molto vicine a quelle contaminate dall’Ebola (Guinea, Liberia, Sierra Leone e Nigeria). Il problema riguarda anche la Liga spagnola; infatti, un giocatore del Rayo Vallecano, Lass Bangoura, era partito per la Guinea, ma è tornato immediatamente in Spagna, dopo essersi accertato dei pericoli a cui poteva essere esposto.

  •   
  •  
  •  
  •