Amaro pareggio per l’Inter

Pubblicato il autore: Enrico Muntoni Segui

Inter vs verona posticipo

L’undicesima giornata di serie A si conclude con le ultime due partite: Inter vs Verona e Roma vs Torino.

La prima partita s’è conclusa col risultato di 2 a 2, mentre la seconda se l’è aggiudicata la Roma con un sonore tre a zero.

L’Inter ha saputo reagire allo svantaggio iniziale, riuscendo a ribaltare il risultato, per poi farsi raggiungere nel finale. Ora la panchina di Mazzarri risulterà ancora traballante, e il presidente Thoir avrà da pensare non poco su cosa fare. Sotto lo sguardo di un San Siro abbastanza gremito, la compagine interista viene, dopo soli dieci minuti, colpita da una grande azione Verona, che porta la firma dell’intramontabile Luca Toni, laureatosi Campione del Mondo nel 2006. L’azione del goal parte da un contropiede ben costrito dove, Ionita, crossa sul secondo palo per la corrente Christodoulopoulos che svetta, facendo sponda per Toni che, da grande rapinatore d’aria qual’è, riesce a girare in rete al volo col sinistro. L’attaccante sale a quota tre goals in questo campionato. La reazione nero azzurra non si fà attendere, ed arriva dopo 8 minuti: lancio di Ranocchia dalla trequarti destra, sponda-assist di Palacio e zampata vincente di Mauro Icardi nell’area piccola. Sesta rete in campionato per l’attaccante argentino. Il primo tempo si conclude in parità. Nella ripresa la musica cambia, e l’Inter spinge perchè vuole portarsi a casa i tre punti, e ci riesce, almeno inizialmente: al 48′ è Icardi a segnare nuovamente con un bel goal di rara bellezza. Doppietta personale per lui in questa partita. L’Inter continua ad attaccare, ma anche il Verona non si disunisce. La compagine di Mandorlini è ben messa in campo, e si vede. Riesce perfino a pareggiare il match: il giocatore Campanharo serve in verticale Saviola che di tacco regala un pallone d’oro per Lopez il quale di destro non fallisce l’appuntamento al goal. Tutto ciò all’89’. Dopo qualche minuti viene assegnato un rigore al Verona. Ad incaricarsi della battuta è il bomber Toni, il quale però si fà ipnotizzare da Handanovic che gli negà la gioia della doppietta. Dopo i consueti minuti di recupero l’arbitro Rocchi pone fine alle ostilità.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Il pacchetto difensivo per l'Inter di Inzaghi è quasi pronto
Tags: