Calciomercato Juventus. Giovinco: “Via a gennaio? Assolutamente no. Rinnovo? Vedremo…”

Pubblicato il autore: Carmine Errico Segui

calciomercato Juventus Giovinco

 

A poco più di un mese dalla riapertura del calciomercato sono tanti i giocatori interessanti che potrebbero lasciare le rispettive squadre e tentare nuove avventure con altre maglie. I giocatori più ‘ghiotti’ sono quelli che hanno il contratto in scadenza a giugno 2015 e la Juventus ha nella sua rosa diversi elementi in questa spinosa situazione. Sebastian Giovinco è uno di questi. La ‘Formica Atomica’, protagonista ieri sera della vittoria della Nazionale italiana per 1-0 contro l’Albania  ha parlato alla stampa ai microfoni di Raisport del suo futuro: “Se c’è la possibilità che a gennaio possa lasciare la Juventus? Non lo so, a gennaio penso proprio di no. Voglio giocarmi le mie chance e quindi penso che a gennaio rimarrò ancora a Torino. Se ne riparlerà poi“. Intanto continua a cercare quel gol che tanto gli manca ce che anche contro l’Albania ha soltanto sfiorato in un paio di occasioni: “Non so cosa dire, speriamo che arrivino tutti in una volta. Sarebbe meglio spalmarli, ma prima devono arrivare e per il momento non li vedo…“. Infine un commento sulle parole del ct azzurro ed ex allenatore della Juventus, arrabbiato a fine gara, che ha sottolineato la necessità di maggiore collaborazione con i club: “ci ha chiesto più attenzione, anche perchè abbiamo preparato la partita in un giorno ed è comunque poco. Sicuramente sono tempi ridotti ed è difficile appunto poter giocare. Però sicuramente se ha visto questo un motivo c’è”. E ci sono tanti motivi anche per pensare a una sua partenza a gennaio. Il ruolo di vice-Tevez sta stretto a Sebastian Giovinco, difficile che possa giocarsi appieno le sue carte. La sua unica salvezza potrebbe essere il passaggio tattico della Juventus al 4-3-3 o 4-3-2-1 che potrebbe regalargli più spazio. Allegri ci pensa: crede molto in lui.

Leggi anche:  Valencia-Milan, streaming e diretta tv: dove vedere amichevole

 

 

  •   
  •  
  •  
  •