Campionato Primavera Lazio – Palermo 3 – 1. Palombi mattatore assoluto

Pubblicato il autore: Mirko Valenti Segui

campionato primavera lazio palermo 3 1 palombi

La Lazio di Simone Inzaghi ha la meglio sul Palermo di mister Bosi nella sfida valida per la decima giornata del grone C del campionato Primavera. Gli aquilotti biancocelesti si sono imposti grazie ad una prestazione super di Simone Palombi che ha realizzato una tripletta, bottino che poteva essere più cospicuo se non ci fosse stato un grande Fabrizio Alastra a difendere la porta rosanero.

La Lazio comincia benissimo la partita, dopo soli 2′ Alastra è già chiamato a compiere il primo intervento difficile su una girata di Murgia è il prologo al vantaggio biancoceleste che arriva dopo appena 5 minuti di gioco. Prce lancia lungo da fallo laterale la palla arriva a Palombi che di testa batte un incolpevole Alastra. Il portiere del Palermo sarà protagonista anche 3 minuti più tardi quando mette in corner con un intervento magistrale il tiro da fuori di Prce. La Lazio è l’unica squadra a creare azioni offensive ed il Palermo vive solo di sporadiche folate proprio su una di queste azioni personali però i rosanero riescono ad agguantare il pari. Bentivegna si invola sulla sinistra, appena entrato in area viene atterrato da Tounkara che si dimostra goffo, il rigore è netto. Dal dischetto si presenta lo stesso Bentivegna che spiazza l’estremo difensore laziale a riporta la partita in parità.

Nonostante il pareggio raggiunto i ragazzi di mister Bosi continuano a soffrire la Lazio è padrona del campo ed arriva più volte in zona pericolosa, Murgia, Tounkara, Palombi e Verkaj spaziano sul fronte offensivo e impattano su un formidabile Alastra che oggi è il migliore in campo dei rosanero. Nonostante il grande impegno profuso dall’estremo difensore rosanero il Palermo è costretto a capitolare sotto i colpi di Palombi, al 39′ sugli sviluppi di un corner battuto da Murgia l’attaccante laziale anticipa tutti sul primo palo insaccando ancora una volta di testa, al 43′ Verkaj lo vede libero in area e lo serve, Palombi è a metà strada tra i centrali difensivi del Palermo che lo perdono di vista e da solo batte per la terza volta Alastra.
Il primo tempo finisce con il risultato di 3 – 1 per i padroni di casa.

Leggi anche:  Conte nervoso, l'Inter deve ripartire

La ripresa riprende con gli stessi uomini che hanno giocato i primi 45 minuti il Palermo sembra entrato in campo più determinato tant’è che la prima azione pericolosa è proprio dei rosanero che con Bentivegna guadagnano un corner in seguito ad un tiro dal limite, corner che però non sortisce nessun effetto.
al 10′ il primo cambio viene effettuato dalla Lazio, Verkaj mette male il piede e si infortuna alla caviglia, costretto a lasciare il campo in barella al suo posto entra Condemi. La Lazio continua ad essere pericolosa con Tounkara che cerca il gol, Alastra respinge ma l’attaccante è il più lesto a raccogliere palla e cerca il tap-in vincente, solo un intervento sulla linea di capitan Accardi evita il quarto gol biancoceleste gol che rischia di arrivare al 35′ quando Murgia lancia il solito Palombi che sfugge alla marcatura di Accardi e si invola verso la porta Alastra chiude egregiamente in calcio d’angolo.
Non succede più nulla se non i cambi il Palermo sostituisce Di Maggio, Bentivegna e Acquadro con Grillo, Bonfiglio e Toscano mentre i biancocelesti sostituiscono Tounkara e Palombi per dar spazio a Rossi e Collarino.

Leggi anche:  Super League svizzera: San Gallo-Lugano 0-1

La partita è giocata molto a centrocampo, la Lazio temporeggia e si limita a difendere il vantaggio mentre il Palermo prende coraggio e cerca di creare gioco,i siciliani nel secondo tempo dimostrano un buon carattere ma è la Lazio ad avere la meglio essendo molto più concreta in fase realizzativa.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,