Champions League, aspettando CSKA Mosca-Roma, le interviste di Garcia e De Sanctis

Pubblicato il autore: Livio Cellucci Segui

champions cska roma intervista garcia de sanctis

La Roma arriva serena e concentrata al match di Champions League che la vedrà impegnata questo pomeriggio alle 18:00 a Mosca contro i padroni di casa del CSKA. In queste ore a Roma sta facendo molto rumore la mancata partenza per la Russia di Maicon, ma il tecnico della Roma, Rudi Garcia, nell’intervista del pre-gara, cerca di spegnere tutti i focolai di polemiche a questo riguardo: ”Maicon? E’ successo che non è ancora pronto a giocare domani (oggi, n.d.r.). Solo questa cosa… Anche perchè non si è mai allenato con la squadra in questi giorni… Io avevo previsto di portare tutti quelli che avevano almeno una chance di giocare. Anche Torosidis aveva il suo biglietto aereo, non solo Maicon… Infatti ieri, quando abbiamo fatto l’allenamento, abbiamo valutato sia Maicon, che Torosidis e alla fine nessuno dei due era pronto a giocare una gara come questa”. Ecco dunque che alla CSKA Arena sulla fascia destra di difesa ci sarà l’adattato Florenzi.

Leggi anche:  Bologna, Mihajlovic: "Non cambierò modulo"

Stasera la Roma di Garcia sarà chiamata ad una gara tutt’altro che semplice contro il CSKA Mosca, nel gelo della capitale moscovita: il termometro segna infatti i -10°… Sugli avversari di oggi pomeriggio Garcia spende parole di elogio: ”Dopo la prima partita di questo girone, ho detto subito che il CSKA Mosca è una squadra forte. L’ho detto dopo la prima partita, ho detto a tutti ”vedrete che questa squadra farà dei risultati…!”. Allora, vedete che non mi sono sbagliato…”.

In porta oggi ci sarà De Sanctis, nonostante il momento non propriamente ”brillante” attraversato dal portiere ex Napoli. Ma lui si sente pronto a questa sfida, nonostante le condizioni climatiche saranno proibitive: ”Dopo l’infortunio, ci ho messo un pò di tempo a rimettermi a posto. Ora però sono passati quasi due mesi dal mio infortunio col Verona e sono pienamente recuperato. Contro il CSKA dovremo essere pronti con la testa, soprattutto nel capire le condizioni del terreno di gioco: il freddo ci sarà per tutti, ma loro, rispetto a noi, conoscono meglio il terreno di gioco in queste condizioni climatiche e sanno quindi meglio di noi come comportarsi”

  •   
  •  
  •  
  •