Champions League. Juventus-Olympiacos. Allegri: “Nessun complesso europeo. Domani è un banco di prova importante”

Pubblicato il autore: Carmine Errico Segui

champions League juventus Olympiacos conferenza stampa allegri, ultime notizie juventus, parole di allegri in conferenza stampa Juventus Olympiacos

Dopo le parole di Claudio Marchisio, anche il mister bianconero Massimiliano Allegri ha incontrato i giornalisti in conferenza stampa per presentare la decisiva sfida di Champions League di domani sera che vedrà la Juventus affrontare l’Olympiacos. Il tecnico bianconero detta la linea per battere la squadra greca: “Da parte loro mi aspetto la partita che hanno fatto ad Atene, noi dobbiamo giocare meglio tecnicamente, dare un’intensità maggiore, abbiamo 95 minuti per vincere la partita, ci vorrà molta pazienza, avere i nervi saldi e sfruttare il tempo per portare a casa il risultato. E’ normale che bisognerà cercare di vincere e magari con due gol di scarto, ma prima pensiamo a vincere. La squadra sta bene, cresce molto nel secondo tempo, mi piacerebbe risolvere tutte le partite nel primo tempo ma a volte non succede questo, aumentare il ritmo è un dato molto importante perché di solito le altre tendono un po’ a calare”. Decisa la sua risposta a chi ha parlato di un “complesso d’Europa” nello spogliatoio: “All’interno non c’è assolutamente questo complesso, finora abbiamo giocato ottime partite, purtroppo a Madrid e Atene la squadra non meritava sicuramente di avere tre punti. E’ difficile fare delle scelte, lasciare fuori qualcuno non è mai semplice, ma devo dare una lettura della partita e in base a quella scelgo la formazione”. Chiede l’aiuto del pubblico, applaudendo l’apporto dei tifosi nelle partite casalinghe e aggiunge: “Per migliorare bisogna rimanere sereni e non farsi travolgere dal troppo peso da quello che viene detto dall’esterno del ‘complesso dell’Europa’, domani è un banco di prova importante contro una squadra che gioca un buon calcio, bisognerà affrontarla con molta concentrazione, giocare bene e soprattutto dare grande intensità alla partita, ci giochiamo quasi sicuramente il passaggio del turno, domani è obbligatorio vincere”. Piccole indicazioni sulla formazione: “vediamo come stanno sia Asamoah che Ogbonna, in base al recupero di questi due sceglierò la formazione, nell’eventualità mancassero tutti e due c’è Padoin che può giocare da esterno sinistro, ha fatto bene a Empoli, è un ragazzo affidabile. Non sono preoccupato, recuperarli sarebbe importante per avere più giocatori da scegliere. Morata ha fatto bene a Empoli, Llorente sta abbastanza bene, sta meglio e questa scelta mi riserverò di farla domani mattina”.

  •   
  •  
  •  
  •