Colosseo da stadio? E’ già derby capitolino sulle proposte

Pubblicato il autore: Paola Toscani Segui

Colosseo1

“Prima bisogna capire se il monumento è compatibile per ospitare un evento calcistico. Il Colosseo è un’opera ad alto rischio e l’impiego difforme da quello normale potrebbe creare nocumento in termini di sicurezza. Il Colosseo è un bene unico al mondo che sta lì da tantissimi anni e metterlo a rischio per un evento calcistico penso sarebbe una cosa errata” risponde così il presidente della Lazio, Claudio Lotito, alla proposta del numero uno della Roma, James Pallotta, di far giocare un match ai giallorossi nel Colosseo contro Il Bayern Monaco o il Barcellona.
La proposta era arrivata nel pomeriggio con una provocazione: per Barack Obama è più “grande di un campo di baseball”, e se così fosse sarebbe giusto anche per una partita di calcio. Aveva esordito così Pallotta, l’americano della Roma, prendendo in parola il presidente Usa. Lancia così la proposta-sogno di un’amichevole dentro il Colosseo. Un sogno che si è infranto presto: secca la risposta del ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini: “non scherziamo”…
Insomma, aprire il Colosseo a eventi sportivi – per i concerti è già stato usato in passato come location, ad esempio nel 2011 con Biagio Antonacci – non sembra però cosa fattibile.
Nel 2007, ad esempio, il pugile Vincenzo Cantatore si ‘accontentò’ del suggestivo scenario tra l’Anfiteatro Flavio e l’Arco di Costantino come zona per allestire il ring su cui poi vinse il titolo europeo dei massimi leggeri.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: