La conferenza stampa di Pioli alla vigilia di Chievo Lazio

Pubblicato il autore: Carmine Errico Segui

Conferenza stampa Pioli chievo Lazio

Stefano Pioli è intervenuto in conferenza stampa per presentare la sfida di domani sera (fischio di inizio previsto per le ore 20.45 a Verona)  Chievo Verona Lazio. Il tecnico capitolino inizia la sua analisi dalla ultime due sconfitte subite dai suoi ragazzi contro l’Empoli e la Juventus: E’ mancata attenzione e determinazione a Empoli, lucidità contro la Juventus. Le sconfitte fanno male, ma possono anche essere molto utili se si capisce come sono arrivate e le situazioni che ci hanno penalizzato. La squadra esce da questa settimana con le idee ancora più chiare. La squadra sa cosa fare per ottenere risultati. Ad Empoli non ci ha penalizzato l’umiltà, ma l’attenzione. Se parliamo di Empoli e Juventus anche oggi significa che non abbiamo imboccato la strada giusta. La squadra sa cosa fare”. Poi sposta l’attenzione sulla sfida Chievo Verona Lazio:Domani vogliamo tornare ad essere la squadra che sappiamo essere. Partiamo per cercare di fare tre punti, se c’è squadra che deve avere determinazione rabbia grinta e cattiveria agonistica sapete che mi sto riferendo a noi. Arriviamo da due sconfitte, il Chievo viene da un buon periodo. Siamo noi che abbiamo peggiorato la nostra classifica e dobbiamo cercare di rimigliorarla. Mi aspetto buone risposte dal campo. Le motivazioni le abbiamo, arriviamo da due sconfitte, dobbiamo reagire.”. Il principale problema della Lazio è la fase difensiva e Pioli analizza la possibilità di spostare Radu come centrale di difesa: “ Radu nella difesa a tre è perfetto, Stefan non ha avuto continuità, non abbiamo provato molto in altre posizioni. Ora sta lavorando come centrale di sinistra e per domani è una possibilità”. Domani dovrebbe tornare disponibile dal primo minuto anche il capitano Stefano Mauri ma non boccia Keita: “Ora sta bene, in passato, per un paio di settimane, ha fatto fatica a lavorare con continuità. Titolare? È una scelta possibile, così come Keita. La sua prestazione è stata dovuta alla forza dell’avversario. Con la Juve le nostre prestazioni sono state discrete, anche se sono sembrate sotto tono. Keita ha voglia di giocare, e di mettermi in difficoltà, vedremo strada facendo”. Infine fioccano le prime domande sul calciomercato, stimolate dalle recenti parole dell’agente di Ledesma: “Con la società mi confronto sempre, si affrontano le diverse problematiche che riguardano la squadra. Per il mercato state andando in là nel tempo, mancano ancora 4 partite di campionato e 1 di Coppa Italia, pensiamo a raccogliere il massimo e poi si valuterà. Probabilmente alcune valutazioni sono già state fatte. Ledesma? Io lo considero sempre, come tutti gli altri compagni. Poi dopo si fanno le migliori scelte che posso fare. Cristian è un valore per questa squadra, per atteggiamento professionalità. Al momento però sto facendo altre scelte”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,