Pallone d’Oro, il Real Madrid risponde a Platini e difende Cristiano Ronaldo

Pubblicato il autore: Francesco Serrone Segui

Cristiano RonaldoManca poco più di un mese all’assegnazione del Pallone d’Oro 2014. Secondo il presidente dell’Uefa, Michel Platini, ad aggiudicarsi questo prestigioso trofeo dovrebbe essere uno dei calciatori della Germania campione del mondo. Una dichiarazione che ha indispettito il Real Madrid che pochi minuti fa ha diramato un comunicato ufficiale: “Di fronte alle recenti manifestazioni del presidente della Uefa, Michel Platini, rispetto alla vittoria del Pallone d’Oro, il Real Madrid vuole chiarire: in primo luogo, la sorpresa per le dichiarazioni su preferenze personali circa il prossimo vincitore del Pallone d’Oro, soprattutto dal massimo esponente del calcio europeo, che dovrebbe rispettare la neutralità; in secondo luogo, il Pallone d’Oro è un premio per meriti professionali esclusivamente individuali, non collettivi, assegnato ogni anno al miglior giocatore del mondo e crediamo che per mantenere il più a lungo il suo prestigio, coloro che sono coinvolti nelle elezioni debbano tenere conto esclusivamente dei calciatori;e , infine, crediamo che senza ombra di dubbio Cristiano Ronaldo sia diventato il miglior professionista nella storia, raggiungendo la Champions League, la Scarpa d’Oro, il record di massimo goleador in una edizione della Champions League così come la Coppa del Re oltre ad essere il massimo goleador della Liga spagnola. Nella stagione attuale ha conquistato la Supercoppa Europea, segnando i due gol della partita e ha uno spettacolare referto di 20 gol nelle prime dodici giornate di campionato, che confermano il suo gran momento di forma e lo rendono degno, più che mai, di vincere il Pallone d’Oro“.

  •   
  •  
  •  
  •