Derby, Mancini: “Soddisfatto della squadra, ma sei hai occasioni devi far gol”

Pubblicato il autore: Gerardo Fiorillo Segui

roberto mancini

Debutto con derby per Roberto Mancini sulla panchina dell‘Inter. L’1-1 finale è un risultato che non gli dispiace più di tanto. “Sono piuttosto soddisfatto di come è andata – esordisce Mancini ai microfoni di Sky -. I derby sono sempre partite difficili. Sono felice di come la squadra si è mossa sul campo, non era facile dopo aver cambiato modulo”. Gia, il 3-5-2 di Mazzarri è stato messo in soffitta dal tecnico marchigiano a vantaggio di un 4-3-3 ancora da metabolizzare. “Non penso di poter cambiare una squadra in cinque giorni – ribadisce Mancini -. Ci vorrà del tempo. Comunque quando abbiamo occasioni bisogna far gol” (chiaro il riferimento a Icardi, che non ha capitalizzato la ghiotta occasione nei primi minuti di gioco, solo davanti a Diego Lopez, ndr). Alla domanda se si sia sentita la mancanza di un uomo di qualità davanti alla difesa che detti i tempi alla squadra, Mancini la prende alla larga: “Ho avuto problemi in settimana con gli infortunati. Mvila ha qualità, deve trovare la condizione migliore, così come Hernanes“. Qualche considerazione sui nuovi accorgimenti tattici in attacco e in difesa. “I tre attaccanti davanti devono lavorare molto in fase offensiva e difensiva. Quanto alla difesa, dopo un anno e mezzo di lavoro a tre, ci vuole un po’ di tempo per passare a quattro, dobbiamo lavorare. In area di rigore bisogna marcare a uomo, non a zona”. Su Kovacic esterno sinistro:”E’ giovane, non bisogna dargli troppa pressione, deve passare anche per gli errori. Può fare tante cose in fase offensiva e difensiva, non servono otto tocchi per fare una cosa”. Su Guarin: “Troppo intermittente? No, sono contento della sua prestazione”. Chiusura sulle prospettive di classifica: “Cinque punti dal terzo posto? Ora è presto, la classifica vediamola a gennaio“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Ungheria-Germania: quella volta che...i precedenti