Esordio da predestinato per il figlio di Maldini: alla prima in primavera segna dopo 120 secondi

Pubblicato il autore: Filippo Baldi Segui

IMG_0123.JPG
Se giochi al Milan e sulla maglia hai scritto “Maldini”, come Cesare e Paolo, non si può parlare di caso, o di fortuna, quando all’esordio non passano neanche tre minuti e di destro la insacchi senza fare complimenti.
Il caso non basta. Non basta perché Cristian, come il padre, gioca in difesa ma sa che di cognome fa Maldini, e quindi deve fare più degli altri se vuole scrollarsi di dosso la pressione.
Ed effettivamente ci mette 120 secondi: angolo di Di Molfetta, Cristian è solo al limite dell’area: spara di destro e segna.

Chiaramente in questi casi é sempre fuori luogo tentare di caricare di aspettative un ragazzino non ancora nel pieno della maturità sportiva, ma i campioni veri diventano tali solo quando si abituano a sopportare la pressione

Leggi anche:  Un Maradona Eterno...

La partita ( per inciso contro il Perugia) finisce 7-1, una scampagnata per i ragazzi di Brocchi, ma un gol così, all’esordio, non si dimentica.

  •   
  •  
  •  
  •