Europa League, Helsinki-Torino 2 a 1. Non basta Quagliarella

Pubblicato il autore: Danilo Montefiori Segui

europa league risultato helsinki torino

Europa League: Helsinki-Torino 2 a 1. Non servirebbero molte parole per commentare il risultato dei granata nella quarta giornata del Girone B, eppure nei novanta minuti il Torino non avrebbe demeritato. Soprattutto nel primo tempo la squadra di Ventura ha provato a imporre il proprio gioco, seppure a ritmi bassi, ad una avversario modesto. È arrivata però nella ripresa, a seguito del cambio di passo dei finlandesi, la svolta del match: al 60’ è Baah, in mischia, a regalare il vantaggio all’Helsinki che trova anche il gol del raddoppio all’81’ con Moren. La reazione granata funziona parzialmente, arriva il gol di Quagliarella al 91’ ma non c’è spazio né tempo per il pareggio.

Amareggiato l’allenatore del Torino, Giampiero Ventura: “Chiedo scusa ai tifosi che sono venuti fin qui. Sono estremamente deluso per la prestazione di questa sera: se anche avessimo pareggiato nei minuti di recupero la mia analisi sarebbe stata identica. Non puoi pensare di vincere in Europa se non conquisti nemmeno un tackle. Credo che sia necessario un bagno di umiltà da parte di tutti. E quando dico tutti, dico tutti, nessuno escluso. Abbiamo fatto tanti sacrifici per arrivare dove siamo ora e non è accettabile una partita del genere. Ci è mancato il cuore“. Al settimo cielo il mister dell’Helsinki, Mika Lehkosuo: ”Ci siamo fatti trovare più pronti rispetto alla gara di Torino e abbiamo offerto un’ottima prestazione, in particolar modo in avvio di ripresa. Nel finale abbiamo sofferto, ma siamo comunque riusciti a portare a casa il 2-1. Le palle inattive sono sempre importanti, stasera ci sono costate un gol subito, ma abbiamo anche saputo sfruttare quelle a nostro favore”.

Leggi anche:  Crotone, attacchi razzisti ad Ounas: "E' normale tutto questo?"

Nulla è compromesso per il Toro. La classifica del gruppo B recita Bruges a quota 8, Torino a 7, Copenaghen a 4 e Helsinki a 3. Malgrado i risultati di stasera (Helsinki-Torino 2-1(Baah-Moren-Quagliarella) e Copenaghen-Bruges 0-4(tripletta di Rafaelov e gol di Vormer)) non aiutino gli uomini di Ventura le ultime due partite saranno decisive. In sostanza si tratta di un girone aperto e che potrebbe regalare molte sorprese ma ci sentiamo di garantire il passaggio del turno granata, in caso contrario si parlerà di “dramma”, seppur soprtivo, e si apriranno processi alla squadra.

  •   
  •  
  •  
  •