Galliani: fissati premi per il terzo posto

Pubblicato il autore: Paola Toscani Segui

GallianiNon vuol sentir parlare di ‘pareggite’ l’ad del Milan, Adriano Galliani, intervenuto oggi a tutto campo ricordando in diretta tv con l’ex rossonero Massimo Ambrosini, oggi commentatore di Sky, quando la squadra rinegoziò i premi dopo avere vinto uno scudetto. Ebbene, ha dichiarato oggi l’ad rossonero, il Milan ha fissato dei premi per i giocatori in caso di raggiungimento del terzo posto in campionato. “È un po’ che non paghiamo premi, speriamo di farlo ancora. Certo che ce ne sono per il terzo posto”, ha detto, prima della partita contro il Palermo. Galliani ieri ha festeggiato i 35 anni di lavoro al fianco di Silvio Berlusconi. “Abbiamo fissato il prossimo traguardo a 50, le nozze d’oro. Con il presidente spero di arrivarci, in altri campi, mi sa di no”, ha scherzato poi, tagliando corto sul caso dello sfogo online della moglie di Pazzini, poco utilizzato in questo inizio campionato: “Nei rapporti di coppia non mi infilo per ovvi motivi”.

Galliani non vuol sentir parlare nemmeno di ‘pareggite’ per il Milan. “No, no, non fatemi arrabbiare – ha replicato -. Sono arrivati due pareggi, ma stiamo facendo un buon campionato. Saponara? È intelligente, ha capito che se vuole trovare spazio deve fare la mezzala sinistra. Nasce come mezza punta, ma per lui è difficile giocare da attaccante esterno. Nella vita bisogna sempre cercare di occupare gli spazi, se c’è un vuoto bisogna infilarsi dentro. Questo vale per tutti, un messaggio ai naviganti”. Infine, Galliani ha smentito che l’infortunio alla caviglia che ha condizionato Torres nelle scorse settimane fosse pregresso al suo arrivo al Milan. “Ho assistito al momento in cui si è infortunato, è saltato ed è ricaduto sul piede di Rami – ha spiegato – Non c’è nessun problema, nei primi allenamenti volava” ha concluso.

  •   
  •  
  •  
  •