Gascoigne: “L’Arsenal mi ha pagato le cure”.

Pubblicato il autore: Valeria Leli Segui

gascoigne arsenal

Una bella storia arriva dalla Premier. Un gesto esemplare da parte dell’Arsenal e di Arsene Wenger: quello di aiutare l’ex bandiera del Tottenham, da sempre eterno rivale dei Gunners, Paul Gascoigne. Gazza da tempo, combatte contro la dipendenza dall’alcol e la conseguente depressione; non può più permettersi le tante e costose cure, a causa delle difficoltà economiche in cui attualmente versa. Così l’Arsenal, questa volta, è sceso al suo fianco, mettendo da parte le passate rivalità calcistiche e gli accesi derby che per anni hanno infiammato gli stadi del nord est di Londra. A raccontare il tutto è lo stesso Gascoigne, in un’intervista rilasciata al Sun. “Ho telefonato al fisioterapista dell’Arsenal, Gary Levin, e gli ho detto che non stavo benissimo. Mi ha detto di andare in ospedale perchè temeva fosse una polmonite. E Wenger ha acconsentito di pagare 28 mila sterline per le mie cure, e altre 22 mila le ha sborsate l’Arsenal per il mio problema all’anca“.

Stile da vendere dunque per i Gunners, dal quale potrebbe prendere esempio proprio l’ex squadra di Gazza, il Tottenham. “Nel 2011, quando il Tottenham ha incontrato il Real Madrid in Champions, mi è stato detto che se volevo vedere la partita c’erano solo due biglietti a 60 sterline. L’ho dovuta guardare sotto il box della dirigenza, dove c’erano ex calciatori che avevano giocato 30 anni prima di me”. Modi di fare del tutto diversi ed opposti insomma da parte dei due club. Gascoigne, dal canto suo comunque, dovrà sfruttare al meglio questa nuova opportunità che l’Arsenal gli sta generosamente offrendo. Non farlo sarebbe un errore imperdonabile.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Lavello-Taranto, streaming gratis Serie D e diretta TV in chiaro?
Tags: