Inter, ancora una delusione

Pubblicato il autore: Alessandro Ricci Segui

mazzarri disperato

Ennesima delusione dell’Inter di Mazzarri che, sebbene abbia giocato praticamente tutto il secondo tempo in dieci per l’espulsione di Medel, doveva in ogni modo portare a casa i tre punti, trovandosi a pochi minuti dalla fine ancora sul due a uno. Tra l’altro Handanovic proprio sull’episodio dell’espulsione era riuscito a parare il rigore concesso al Verona, ma evidentemente l’Inter di Mazzarri proprio non ce la fa. Non riesce a imporsi, non riesce a trovare il passo giusto per infilare buone prestazioni di seguito e acquistare così fiducia. Sia il suo allenatore che la squadra appaiono impotenti di fronte all’inerzia della partita: qualche buono spunto c’è sempre, anche la buona volontà, ma manca quel quid che rende un insieme di discreti giocatori una vera squadra. Adesso c’è la pausa e dovranno tutti approfittarne per capire i problemi alla radice e cercare di risolverli. Che Palacio non riesca a segnare è vero, ma anche stasera ha corso molto e ha fatto due assist. Non ci si può certo fermare ad analisi di questo tipo. Tocca alla dirigenza e soprattutto a Mazzarri scuotere la squadra e trovare migliori e piu “cattive” soluzioni tattiche che permettano ai giocatori di essere decisi e determinati senza le troppe pause che finora sono costate care alla squadra. Per le posizioni a cui può aspirare l’Inter c’è competizione ma non poi così dura. L’Inter ha il dovere di risalire.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Italia, Andrea Belotti: "Mi sento un titolare, l'Italia vuole arrivare in fondo"
Tags: