Inter, Thohir all’Uefa: “Crediamo nel fair-play finanziario”. Entro un mese il giudizio della commissione

Pubblicato il autore: Ivana Notarangelo Segui

Erick Thohir

Al termine del summit con l’Organo di Controllo Finanziario dei Club della Uefa, a cui l’Inter è stata convocata per non aver pienamente rispettato i criteri del fair – play finanziario, Erick Thohir ha voluto rassicurare tutti: “Il fair play finanziario è un messaggio positivo in cui crediamo, rafforzerà il calcio europeo. E’ stato importante poter condividere il nostro progetto con la Uefa. Il nostro business-model, la gestione e la struttura aziendale mirano a portare il club a diventare auto-sostenibile nel prossimo futuro e in linea con i requisiti del fair play finanziario. Il calcio è cambiato: la Uefa chiede alle società di auto-sostenersi”. I vertici dell’Inter, infatti, sono stati convocati a Nyon dalla Uefa per discutere il piano di sviluppo economico della società nel prossimo futuro. L’incontro si è tenuto nella mattinata di oggi e lo stesso Thohir vi ha partecipato; il numero uno del club milanese ha poi svelato la strategia messa in atto per superare gli eventuali problemi finanziari, permettere un nuovo decollo della squadra e rispettare i criteri del fair – play economico, di capitale importanza per l’Uefa. A tal proposito, Thoir afferma: “La nomina di un team di dirigenti esperti e con un percorso professionale provato e di successo ha costituito un passo importante. Questi dirigenti beneficiano anche di una forte vocazione internazionale e della competenza degli azionisti del club”. Michael Bolingbroke, amministratore delegato dell’Inter, ha poi spiegato meglio i concetti espressi dal  presidente Thohir e ha affermato: “Il cuore della nostra strategia è di espandere il business aumentando i profitti attraverso investimenti ben mirati e di generare nuovi flussi di reddito insieme a una ancor più profonda espansione del brand in tutto il mondo. Sono convinto che l’Inter abbia un piano ben strutturato che ci porterà ad essere di nuovo tra i 10 migliori club al mondo, sul campo e fuori dal campo“. Al termine del summit, Thohir ha avuto modo di confrontarsi anche con il Presidente Michel Platini. Ora, l’Uefa esaminerà la posizione dell’Inter, che ha fatto registrare un passivo di circa 180 milioni di euro e la commissione giudicante deciderà se punire o meno la società con una sanzione.  

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Nico Gonzalez alla Fiorentina: cifre e dettagli dell'accordo