Italia-Croazia, San Siro di Milano allagato: rischio rinvio…La conferenza stampa di Conte

Pubblicato il autore: Simone Cerroni Segui

Italia Croazia

Dopo una giornata di tregua torna il maltempo in Lombardia, in particolare Milano. Proprio a San Siro di Milano domani sera, alle 20.45, si dovrebbe svolgere la sfida Italia-Croazia valida per le qualificazioni agli Europei 2016. Gli allagamenti in tutta la città, a causa dell’esondazione del fiume Seveso nella zona nordest, stanno però mettendo a serio rischio la partita. Chiuse addirittura le fermate metro di Zara, Isola e la tratta tra Centrale (M3) e Maciachini (M3). Preoccupa anche il livello del fiume Lambro, quindi Garibaldi, Forlanini, Lambrate e Mecenate, oltre alla zona Niguarda. Le due nazionali hanno annullato l’allenamento di rifinitura che era previsto nel pomeriggio. Alle condizioni attuali del terreno la sfida sarebbe rinviata, anche se, secondo le previsioni, le precipitazioni si attenueranno in nottata per fermarsi domani nel pomeriggio. “Se il campo resta in queste condizioni la gara tra Italia e Croazia sarà posticipata perché la palla non rimbalza, sarebbe una partita di pallanuoto”, ha affermato il ct croato Kovac. Anche Antonio Conte è intervenuto sul maltempo: “Ci auguriamo che il tempo possa migliorare e per offrire spettacolo il campo deve essere nelle migliori condizioni”. Nonostante il pienone previsto al San Siro, venduti oltre 50 mila biglietti, restano i disagi alla viabilità che renderanno difficile la presenza allo stadio dei tifosi delle due squadre.CONFERENZE STAMPA DEI CT ALLA VIGILIA DI ITALIA CROAZIA – Non solo maltempo e pioggia, i due ct nelle rispettive conferenze stampa hanno parlato anche delle condizioni delle squadre. Il ct della Croazia ha spiegato che, condizioni del tempo a parte, “non saremo noi i favoriti”. “L’Italia è una squadra forte, mancheranno tre giocatori importantissimi, ma nessuna squadra che gioca a San Siro con l’Italia può essere favorita. Cercheremo di conquistare un punto, magari la vittoria sarebbe l’ideale, ma sarà difficilissimo”. Poi un giudizio su Antonio Conte. “Ha vinto tutto da giocatore e, da allenatore, ha vinto tre scudetti consecutivi. Posso solo fargli i complimenti e rispettarlo. Per l’Italia sarà una partita importante, sarà motivatissima e già si potrà vedere la sua mano. Il suo calcio non è difensivo, le sue squadre creano molte occasioni, anche se stanno molto attente alla fase difensiva”. Antonio Conte invece si aspetta una grande prova di carattere dai suoi. “Mi auguro che faremo una grande partita, giocheremo da squadra” ha affermato il ct azzurro. “Per arrivare alla vittoria anche domani ragioneremo da squadra e non punteremo sul singolo. Io ho potuto allenare squadre che sulla carta erano più forti ma anche no. Il momento storico è un po’ particolare, ci sono tanti infortuni. ma stiamo lavorando su un’idea di gioco, ho grande disponibilità da parte dei ragazzi al di là di chi scende in campo. Domani dobbiamo scendere in campo in modo da rendere orgoglioso il nostro paese”.

Leggi anche:  Dove vedere Uruguay-Cile, streaming e diretta tv in chiaro Copa America?

image

 

  •   
  •  
  •  
  •