Juve-Olympiacos: Allegri cambia modulo e formazione

Pubblicato il autore: Simone Cerroni Segui

Allegri Juve Olympiacos

Ci siamo, è il giorno della verità. Il giorno di Juve-Olympiacos. Il momento per capire se la Juve di Allegri ha quel pizzico di maturità in più in Europa rispetto a quella di Conte. Quella spinta in più in grado di far passare un girone di Champions League non impossibile. Nonostante la riconquista del primato in campionato, la Juventus è sicuramente in una fase di transizione, causata dai pochi stimoli di alcuni dei big e dagli infortuni. Proprio per questo bisogna dare una scossa, in primis partendo dal modulo. CAMBIO MODULO – L’idea di Allegri, che si è detto più volte obbligato ad utilizzare lo schema di Conte, sarebbe quella di metter in campo contro Olympiacos la formazione con il 4-3-3 o 4-3-1-2, quest’ultima più probabile. Schemi comunque provati già a gara in corso. Il centrocampo dovrebbe quindi essere a rombo con Marchisio, Pirlo, Pogba, e Vidal dietro le punte Tevez e Morata. Per la difesa potrebbe farcela Asamoah, in netto miglioramento dopo la botta al ginocchio incassata contro l’Empoli. In condizioni peggiori invece Ogbonna, che comunque, come il ghanese si è allenato questa mattina. Ci sarebbe però un’altra soluzione al 4-3-1-2 per stare più coperti. Data l’importanza della partita, Allegri potrebbe optare per un 4-3-2-1, un modulo che permetterebbe comunque di essere più coperto a centrocampo con 5 uomini. Infine la terza soluzione per il modulo sarebbe quella di utilizzare il solito 3-5-2 nel caso in cui Ogbonna e Asamoah dovessero farcela. FORMAZIONE JUVE – Il modulo più probabile per Allegri rimane comunque il 4-3-1-2. Quindi la Juve partirà con Buffon tra i pali; Lichsteiner, Bonucci, Chiellini, Asamoah in difesa; Pirlo Pogba, Marchisio, Vidal a centrocampo; Morata (Llorente40%) e Tevez in attacco. FORMAZIONE OLYMPIACOS – I greci invece partiranno con il 4-4-2, con Roberto tra i pali; Masuaku, Abidal, Botia, Elabdellaoui in difesa; N’Dinga, Kasami, Maniatis, Afellay sulla mediana; Dominguez e Mitroglu pronti a scardinare la difesa bianconera.

  •   
  •  
  •  
  •