Lazio-Juventus. La conferenza stampa di Pioli: “Partita difficile, ma non siamo inferiori a nessuno”

Pubblicato il autore: Carmine Errico Segui

Lazio-Juventus. La conferenza stampa di Pioli: "

A poco più di 24 ore dal fischio di inizio di Lazio-Juventus (Clicca qui per le probabili formazione e la diretta tv), il mister biancoceleste, Stefano Pioli, è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match che si disputa sabato sera alle 20.45. È un Pioli che vuole dimenticare la sconfitta contro l’Empoli e che affila le unghie per il Big match contro la capolista: “Non dobbiamo avere paura di perdere ma dobbiamo avere voglia di vincere. C’è bisogno di uno sforzo esagerato. Entreremo in campo con convinzione, usciremo consapevoli di aver dato tutto. E’ la partita più difficile, perché giochiamo contro la miglior squadra del campionato Dobbiamo ridurre il gap dell’anno scorso. E’ un’opportunità per vedere a che livello siamo, per mettere in campo nostre qualità. Noi crediamo, io e la squadra, che abbiamo tante qualità. Siamo una buona squadra: lo saremo prima e dopo la partita, a prescindere dal risultato”. A conferma di questo pensiero applaude le parole di Klose che in settimana aveva detto:Non abbiamo nulla da perdere” (clicca qui per leggerle tutte) e aggiunge: “Sono d’accordo al 60% con queste parole. Giochiamocela facendo la nostra miglior prestazione, abbiamo la nostra identità di gioco e vogliamo far si che domani riusciamo a giocare al top. Mi piacciono le dichiarazioni dei miei giocatori. Ricordo anche quella di Parolo dove disse che se giochiamo tutti siamo 12. Sono sicuro che con i nostri tifosi domani non saremo 12 ma 13″Infatti l’Olimpico sarà tutto esaurito, come non accadeva da tempo. Una tifoseria che reclama a gran voce il ritorno in campo del gioiello Keita che vuole riprendersi la LazioTutti i giocatori hanno chiaro i nostri principi di gioco, e domani siamo chiamati a mettere in campo tutte le nostre qualità. Durante la sosta abbiamo fatto riassunto di queste giornate, analizzando le cose positive e quelle negative. Se Keita verrà scelto è perché sono convinto che possa fare bene”. Infine rilancia le ambizioni della Lazio dopo la sconfitta contro l’Empoli: “Abbiamo chiaro il nostro obiettivo: tornare in Europa. La squadra è all’altezza. Non siamo più forti o più deboli dei nostri concorrenti, sarà una lotta dura, un traguardo difficile da raggiungere. Domani sarà un’occasione per migliorare la nostra classifica e in quanto tale va sfruttata”. Ora la palla passa al campo.

Leggi anche:  Maradona: inchiesta ancora aperta, spuntano due nuovi indagati

 

  •   
  •  
  •  
  •