Mancini rivoluziona l’Inter: come cambiano uomini e schemi

Pubblicato il autore: Gerardo Fiorillo Segui

inter mancini

Con il ritorno di Roberto Mancini sulla panchina nerazzurra andrà definitivamente in soffitta la difesa a tre e verrà rispolverato il ruolo del trequartista. I primi accorgimenti del tecnico marchigiano saranno questi. Gli spifferi da Appiano Gentile si moltiplicano, in attesa della presentazione ufficiale di Mancini nella giornata di sabato. Ma non è un segreto che l’avvento del Mancini-bis nel quartiere generale dell’Inter determinerà una rivoluzione negli uomini e nelle metodiche di allenamento. Addio al modulo 3-5-2 caro a Mazzarri e una certezza da cui ripartire: la difesa a quattro, con Vidic, Ranocchia e Juan Jesus che si contenderanno due maglie da titolare. Sugli esterni Nagatomo e Dodò dovrebbero essere i titolari, ma con i recuperi di D’Ambrosio e Jonathan ci saranno maggiori alternative. Il centrocampo si rifarà il look, più adeguato a una squadra che voglia imporre il proprio gioco sfruttando meglio gli uomini di talento. Il candidato numero uno al ruolo di trequartista in un 4-3-1-2 è Kovacic, alle spalle della coppia Icardi-Osvaldo e supportato da un centrocampo che potrebbe contare su Medel (o Kuzmanovic), Hernanes e Guarin. Mancini tuttavia potrebbe virare anche verso un 4-3-3 più spregiudicato con l’innesto di Palacio (libero di svariare sulla fascia) o verso un 4-2-3-1 utilizzato più volte nei trascorsi al Manchester City e al Galatasaray, in grado di sprigionare l’estro dei centrocampisti di qualità. Cambieranno non solo gli uomini in campo, ma anche i componenti dello staff tecnico, dimagrito rispetto ai sette elementi che coadiuvavano Mazzarri e formato da ex giocatori, tra cui probabilmente Daniele Adani. L’obiettivo di Mancini sarà ottenere dalla squadra il massimo della disponibilità e soprattutto di punti fino al mercato di gennaio, allorquando busserà alle porte di Thohir per puntellare l’organico con almeno due innesti in difesa (un terzino) e in attacco (un esterno). Semprechè il tycoon indonesiano non decida di mettere ulteriore mano al portafoglio e rinforzare la rosa.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Buon compleanno José Mourinho! Lo Special One festeggia 58 anni