Milan: Inzaghi-Pazzini, pace fatta

Pubblicato il autore: Maurizio de Strobel Segui

Milan Inzaghi

In conferenza stampa l’allenatore del Milan, Pippo Inzaghi, è stato sollecitato a rispondere sul caso Pazzini, la cui moglie lo aveva accusato di far giocare poco il marito, sostenendo che al Milan non esistesse la meritocrazia. “Non mi ha fatto piacere lo sfogo di sua moglie, né a me né alla società” – ha detto Inzaghi. “Pazzini è un professionista serio e un grande giocatore, prima o poi arriverà il suo momento. Il Pazzo mi ha chiamato subito, dicendo di essere lui il primo ad essere dispiaciuto di quanto accaduto. Adesso è tutto a posto. Giocherà quando riterrò opportuno che giochi, quando sarà il suo momento. Non gli darò un contentino contro il Palermo, lui è un giocatore forte e d’esperienza, i contentini li puoi dare a un giocatore giovane, non a uno come Pazzini”. Messa a parte la polemica, Inzaghi deve adesso concentrarsi sull’undici anti Palermo, pensando soprattutto a come sostituire lo squalificato Muntari. Candidati Essien, Van Ginkel e Saponara, con il primo favorito. In attacco, sicuri del posto Honda ed El Shaarawy, mentre Torres e Menez si giocheranno una maglia. Un dubbio anche in porta, dove Diego Lopez è pronto a riprendersi un posto da titolare, ma finora Abbiati ha fatto molto bene.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Beppe Bergomi su Conte: "Protesta giusta, c'era un espulsione. Al Milan mancavano tanti giocatori..."