Nazionale, Balotelli-Conte: ecco perchè Mario ha lasciato il ritiro azzurro

Pubblicato il autore: Ivana Notarangelo Segui

nazionale balotelli conte

 

Mario Balotelli potrebbe aver chiuso definitivamente con la nazionale, almeno fin quando Antonio Conte ricoprirà il ruolo di ct. Infatti, dietro al ritorno a casa di Balotelli potrebbe non esserci stato un problema fisico, ma un contrasto durissimo con l’allenatore leccese. Le parole del ct non lasciano alcun dubbio (“Non ho tempo da perdere con lui. Andrebbe educato, ma in questo momento non ho tempo”) e il mistero si infittisce. La rottura Balotelli-Conte, infatti, si sarebbe concretizzata giovedì scorso, durante l’amichevole che l’Italia ha disputato contro l’Under 18; Balotelli è entrato in campo, ha segnato un gol, ma ad un certo punto inizia a camminare in campo. Conte non sopporta affatto questo comportamento; urla, pertanto, a Balotelli di correre, ma l’attaccante non segue l’indicazione e continua a camminare sul terreno di gioco, come in segno di protesta o sfida nei confronti del ct. Il giorno seguente giunge la diagnosi ufficiale del medico della nazionale, che parla di “lieve pubalgia” e Balotelli fa ritorno a casa. Tuttavia, le cose non starebbero affatto così; infatti, Conte avrebbe notato la difficoltà dell’attaccante nel reggere i ritmi alti del gioco e a calciare in porta, il suo scarso movimento in campo e la sua capacità di “essere campione” unicamente con la palla tra i piedi. Quella del ct sembra una bocciatura inevitabile; la frattura tra i due appare davvero insanabile e, ormai, un ritorno dell’attaccante in azzurro sembra davvero impossibile. Balotelli-Conte, dunque, una storia già finita? Sembra proprio di sì.

  •   
  •  
  •  
  •