Nel campionato di Lega Pro buon calcio e più difficolta per accedere alla serie B

Pubblicato il autore: Guido Baroni Segui

lega pro

Iniziato da circa due mesi il Campionato di Lega Pro stagione 2014/2015, giunto alla sua undicesima giornata, rimodellato e rimesso a nuovo  in alcune sue regole. Quest’anno è stata eliminata la Seconda Divisione e sono stati composti ben tre gironi, per ognuno si è cercato di mettere le squadre che sono nella stessa provincia e regione, cercando di eliminare le distanze che in certi casi nelle scorse annate complicavano la vita dal punto di vista economico e organizzativo. Ci sono state a inizio stagione delle difficolta poi superate a riguardo il ripescaggio e il passaggio alla categoria superiore di alcune squadre, poi il tutto si è risolto e come in tutte le cose c’è chi è contento e chi no. . le gare si disputeranno , in vari giorni della settimana, in anticipo al venerdì, poi al sabato e domenica e vi sarà una partita anche al lunedì, con due giornate in settimana, che sono il 6 gennaio e il 2 aprile. In serie B nazionale da quest’anno andrà solo chi arriva primo, poi c’è una quarta squadra, che è quella vincitrice dei play off, in cui si scontreranno le le seconde e terze classificate con gare di andate e ritorno. Nella serie inferiore, attuale serie D, scendono le ultime del girone, poi per le altre sei ci sono i play out in cui si incontreranno le squadre arrivate dal 16° al 19° posto.  Siamo arrivati alla disputa nella scorsa settimana dell’undicesima giornata. Nel girone A  ribaltone nella prima posizione, in cui adesso è arrivato il Como che supera 3 a 1 il Pordenone grazie alle segnature di Casoli, Ganz e Zubin, approfittando del pareggio 2 a 2 tra  Bassano e Pro Patria. Rimangono sempre sotto sia  Pavia che il Vicenza che non vanno oltre il pareggio 1 a 1 con Torres e cremonese. . Vittoria senza problemi invece per il Novara 3 a 1 con il renate e il Monza con un netto 3 a 0 al Lumezzane. Tre punti anche per l’Alessandria con l’1 a o all’Arezzo mentre i bresciani del Feralpi, viene inaspettatamente sconfitto a casa propria dal  Mantova, poi c’è l’1 a 1 del Sud Tirol  con il Leffe e la new entry Giana che va sotto di misura 2 a 1 con il Venezia. Nel girone b sale primo in classifica l’Ascoli che vince 1 a o la gara con l’ostico Pontedera grazie alla segnatura di Mastacchio. Al secondo posto assieme alla Reggiana sale il Pisa, vincente 1 a o con il san marino, approfittando del passo falso della Spal.. l’ancona che in questa parte di stagione si sta riprendendo rifila un bel 2 a 0 al Tuttocuoio, sulla stessa lunghezza d’onda è il vittorioso Savona che fa 1 a o con la carrarese grazie alla marcatura di  Quintavalle.. nelle zone di bassa classifica da registrare il 2 a 1 della Lucchese, che ottiene tre basilari punti, al Grosseto, oltre alla netta vittoria del Santarcangelo sul 3 a 0 con la Pistoiese.  Infine da segnalare la vittoria del Teramo 1 a 0 con il Pro Piacenza e del Prato  che da un bel 3 a 1 al Forlì. Nel girone C il Benevento rimane sempre avanti in testa alla classifica con 29 punti, al secondo posto c’è la Salernitana che supera il temibile  Matera per 2 a 1. Si mantengono sempre in buona posizione , lo Juve Stabia secondo a 22 punti e il lecce adesso terzo, grazie ai tre punti con la Lupa con le segnature di  Giammone e Ripa, e al successo sul Cosenza su prodezza di Sacillotto. Il barletta subisce invece un bel 2 a 1 dalla Paganese che gioca meglio e segna con Delivi e tartaglia, mettendosi un po più al sicuro in classifica. Solo un pari 1 a 1 tra Messina e Aversa che le fa rimanere nelle ultime Posizioni in classifica. Stesso risultato anche per il Catanzaro, che pur giocando meglio fa 1 a 1 con il Savoia, penalizzato per l’espulsione di suoi tre giocatori.

  •   
  •  
  •  
  •