Posticipo Serie A: la Roma batte l’Inter 4-2 (doppietta Pjanic, Cholevas, Gervinho) cronaca e tabellino

Pubblicato il autore: Simone Meloni Segui

Roma-Inter

Come da tradizione Roma-Inter si conferma sfida ricca di gol ed emozioni. Alla fine sono i giallorossi a spuntarla conquistando tre punti fondamentali per la lotta al vertice. L’Inter esce comunque dal campo cosciente di aver fatto una buona prestazione, certamente Mancini dovrà rivedere la squadra dalla cintola in giù.

Dopo i primi istanti di studio è la Roma a portarsi in avanti, al 3’ sugli sviluppi di un corner Totti riceve palla al limite dell’area, fa fuori un avversario e conclude troppo debolmente con la sfera che sfila al lato.I giallorossi impostano il loro gioco sulla destra, con il redivivo Maicon che spinge alla ricerca dell’intuizione per gli attaccanti. Al 9′ è Totti a servire un cross dalla destra con la difesa interista che frettolosamente spazza in corner, sugli sviluppi dello stesso è Nainggolan a provare la battuta dalla lunga distanza errando completamente la mira. L’Inter non sembra disposta a scoprirsi più di tanto orchestrando sulla linea mediana e rifornendo con parsimonia il reparto offensivo. Al 18′ Roma pericolosa, Gervinho sfugge alle marcature nerazzurre e scende sulla destra mettendo al centro per Ljajic, il serbo tenta una conclusione a giro che impegna più del dovuto Handanovic.

Al 21′ il vantaggio giallorosso, Maicon avanza sulla destra, serve Ljajic che entra in area offrendo a Gervinho una palla solamente da spingere in rete. Il gol galvanizza la squadra di Garcia che aumenta il ritmo riversandosi pericolosamente in avanti con la sagacia tattica di Nainggolan e la spinta propulsiva del trio offensivo mentre l’Inter appare frenata e poco lucida in fase d’interdizione. Tuttavia al 24′ i meneghini avrebbero l’opportunità di pareggiare con Osvaldo che intercetta alla perfezione un’imbeccata proveniente dalle retrovie, la risposta di De Sanctis è provvidenziale. La risposta capitolina non si fa attendere, ci pensa Totti a servire Nainggolan lanciato in campo aperto, il belga avanza di qualche metro e lascia partire un sinistro troppo alto e impreciso. Nonostante la forte pressione esercitata dai padroni di casa l’Inter ristabilisce le distanze al 36′, Ranocchia svetta più alto di tutti su un corner e la butta alle spalle dell’incolpevole portiere romanista. Il pareggio sposta gli equilibri e la Roma comincia a mostrare qualche indecisione lasciando in più di un’occasione spazi e corridoio a un’Inter non bella ma pratica. La prima frazione di gioco termina così sull’1-1 con l’inerzia che, dopo la prima mezz’ora, sembra esser passata sulla sponda ospite.

Leggi anche:  Paolo Ziliani contro Chiellini: "Perchè trascinarsi così penosamente a 36 anni suonati?"

L’avvio di ripresa è letale per Mancini. Dopo un solo minuto infatti Cholevas recupera un pallone nei pressi dell’area di rigore avversaria, entra in area beffando due avversari e con un destro al tritolo fa secco Handanovic mandando in visibilio l’Olimpico. I lombardi incassano il colpo e tentano di reagire con Osvaldo al 52′, l’ex Fiorentina e Lecce si esibisce in una bellissima rovesciata che termina al lato di niente. Ma qualche minuto dopo è proprio l’argentino a siglare la rete del pari, il suo tiro dall’interno dell’area di rigore coglie in pieno un difensore romanista e spiazza De Sanctis. La partita si fa bellissima e Nainggolan prova a riportare avanti i suoi con un tiro da distanza ravvicinata, ma stavolta il portiere dirimpettaio non si fa sorprendere. Al 60′ arriva il nuovo vantaggio giallorosso, Gervinho penetra in area da destra e serve al centro Totti, il capitano scivola riuscendo però a toccare il pallone che giunge a Pjanic, il bosniaco appostato all’ingresso dell’area fa centro un piatto impeccabile.

Leggi anche:  Serie A, Atalanta in un momento difficile: tre gare solo 2 punti

Garcia butta nella mischia Florenzi per dare quadratura al centrocampo. I ritmi si mantengono alti con le due squadre che giocano a viso aperto non risparmiando colpi bassi e contrasti cruenti. All’85’ Nainngolan sale ancora in cattedra sradicando letteralmente un pallone a centrocampo e servendo Gervinho, l’ivoriano avanza sull’out di sinistra fornendo un assist al neo entrato Iturbe, l’ex veronese però sciupa con un tiro alto. Qualche istante dopo è ancora il numero 7 romanista ad avere sui piedi il match-ball, ma da posizione defilata il suo tiro lambisce il palo morendo nel campo per destinazione. Le emozioni non sono finite e a mettere la ciliegina sulla torta romanista ci pensa ancora Pjanic, la sua punizione al 90′ è un qualcosa di stilisticamente perfetto e non lascia scampo ad Handanovic. E’ la parola fine a un match dalle mille emozioni. La Roma risponde adeguatamente alla Juventus e il duello continua.

Leggi anche:  Tardelli chiarisce: "Maradona alla Juve non sarebbe stato il genio che é diventato"

TABELLINO 

MARCATORI 21′ Gervnho (R), 36′ Ranocchia (I), 46′ Cholevas (R),52′  Osvaldo (I), 60′, 90′ Pjanic (R)

ROMA De Sanctis, Maicon, Manolas, Astori, Cholevas, Pjanic, Keita (De Rossi), Nainggolan, Gervinho, Totti (Iturbe), Liajic (Florenzi) PANCHINA Skorupski, Somma, Mapou, Strootman, Emanuelson, Cole, Paredes, Destro, Borriello ALLENATORE Garcia

INTER Handanovic, Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus, Dodo (Obi), Guarin, Medel (Icardi), Kuzmanovic, M’Vila (Kovacic), Osvaldo, Palacio PANCHINA Carrizo, Berni, Andreolli, Mbaye, D’Ambrosio, Khrin, Donlor, Bonazzoli ALLENATORE Mancini

AMMONITI Ranocchia, Palacio , Guarin(I), Keita (R)

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,