Premier League: cadono Tottenham e Arsenal in una domenica di grandi sorprese nel campionato inglese

Pubblicato il autore: Daniele Scalese Segui

english-premier-football-arsenal-arsene-wenger-swansea_3227333

Si chiude un maniera sorprendente l’undicesima giornata di questa edizione di Premier League. Dopo i botti del sabato, la domenica si apre col triplo appuntamento delle 14.30 e le sorprese arrivano immediatamente. A Londra, casa Spurs, lo Stoke vince 2-1 grazie al goal di una vecchia conoscenza del nostro calcio, Bojan Krkic (al primo acuto in Premier), ed all’assolo di Walters. Nel Tottenham in crisi di identità e superato in classifica proprio dagli avversari odierni, diventa inutile il colpo di Chadli, che non evita ai suoi di sprofondare al 12esimo posto.

Voliamo a Sunderland, dove i Black Cats vanno avanti contro l’Everton, ma il vantaggio firmato Larrson viene rimontato dal rigore di Baines, ancora una volta glaciale dal dischetto: in fondo, il punto può accontentare entrambe le sfidanti, rispettivamente al 14 esimo e decimo posto. Chi non si ferma più è il Newcastle e, con lui, il talento di Ayoze Perez, che sblocca il match in casa WBA: la partita la chiude Coloccini, e Magpies settimi insieme al Manchester United.

A chiudere la domenica arriva la rovinosa caduta dell’Arsenal al cospetto di uno Swansea sempre più solido in classifica. Eppure, i Gunners erano passati in vantaggio grazie all’ennesimo guizzo di Alexis Sanchez ma, ancora una volta, per gli uomini di Wenger sono fatali i momenti conclusivi del match: Sigurdsson e Gomis siglano il 2-1 finale che spinge lo Swansea al quarto posto insieme al West Ham, a +1 su un Arsenal sempre più ferito.

 

  •   
  •  
  •  
  •