Roma- Inter amarcord: quando la sfida valeva lo scudetto

Pubblicato il autore: Andrea Sicuro Segui

Fino a qualche anno fa, una sfida scudetto, oggi una partita come tante: la Roma va a caccia dei tre punti per continuare l’inseguimento alla Juve, avanti di tre lunghezze, e che, quando il match dell’Olimpico avrà inizio, avrà ben chiaro il proprio compito visto che il derby della Mole sarà appena finito e conosceranno il risultato dei bianconeri primi in classifica; l’Inter per tornare al successo in campionato dopo tre partite e risollevarsi da una posizione di classifica che la vede attardata rispetto alla zona Champions, obiettivo dichiarato anche dal presidente Thohir. Se si pensa ai tempi in cui le due squadre erano le più forti in Italia e si spartivano coppe e campionati, viene la malinconia, soprattutto ai tifosi interisti: sono i tempi della prima Inter di Mancini, dei primi scudetti sul campo che hanno fatto da antipasto al periodo d’oro mourinhano, ma anche della Roma di Spalletti che incantava anche in Europa con il suo gioco brillante e spettacolare e che qualche dispiacere ha comunque dato ai nerazzurri. Da allora, dopo l’apice toccato con il Triplete, i nerazzurri non sono stati più in grado di crescere e continuare sull’onda di quei risultati sprofondando in una crisi tecnica ed economica che ha portato anche al passaggio di proprietà (lo stesso Moratti ricorda spesso come i successi del 2010 siano stati un’occasione persa sotto il profilo dello sfruttamento commerciale del brand Inter) mentre i giallorossi, anch’essa passati dalla famiglia Sensi agli americani con l’interregno di Unicredit, dopo un paio di stagioni interlocutorie, si sono affermati come l’unica candidata seria a spodestare la Juve dal trono dello scudetto.
Per questo, il match di stasera si presenta con un unico risultato fisso, obbligato per i padroni di casa che all’Olimpico hanno sempre vinto quest’anno in campionato, mentre gli ospiti sono attesi dal dare le prime risposte significative contro un rivale oggettivamente più forte dopo i balbettii con il Dnipro e il pari nel derby. Se guardiamo anche al passato più recente, la Roma negli ultimi anni é risultata un avversario piuttosto indigesto all’Inter che non vince all’Olimpico dall’ottobre 2008: in panchina dall’estate precedente c’era Mourinho, in campo Ibra che fa il fenomeno con una doppietta ed assieme a Stankovic e Obinna confeziona il 4-0 finale. Altri tempi. Da lì in poi tre vittorie romaniste e due pareggi: neanche nell’annata 2009/ 2010, l’ultima con il tecnico di Setubal, i nerazzurri si sono riusciti ad imporre venendo sconfitti 2-1 e avvicinati dai giallorossi allora guidati da Ranieri; apre De Rossi, pareggia Milito, decide Toni e la Roma che si avvicina a un punto dall’Inter dopo una lunga rincorsa che porterà al sorpasso romano e al successivo controsorpasso meneghino sulla strada verso il tricolore. Prima ancora altri passaggi chiave nelle corse scudetto (nelle quali hanno sempre spuntato i nerazzurri): vittoria interista a Roma nel settembre 2006 con rete decisiva di Hernan Crespo, Vieira espulso e Ibra che sbaglia un rigore; risposta romanista nel girone di ritorno con un 3-1 a San Siro firmato Perrotta, Totti e Cassetti dopo il momentaneo pareggio di Materazzi sul dischetto a rovinare i festeggiamenti per lo scudetto imminente che sarebbe arrivato comunque qualche giorno più tardi; nella stagione 2007/ 2008 poker nerazzurro all’Olimpico targato Ibra- Crespo- Cruz- Cordoba dopo il momentaneo pareggio di Perrotta e 1-1 a Milano con annesse polemiche giallorosse per l’arbitraggio di Rosetti (vantaggio di Totti, espulsione di Mexes e pari nel finale di Javier Zanetti), punto decisivo nella lotta tricolore vinta al fotofinish dall’Inter del Mancio.
Il resto é storia recente, come dicevamo vittorie (tante) giallorosse: 4-0 all’Olimpico nel febbraio 2012 con Luis Enrique in panchina, la Roma che per due anni di fila s’impone a San Siro prima con Zeman e poi con Garcia (3-1, 3-0) lasciando solo le briciole all’Inter che si deve accontentare di due pareggi in trasferta. L’ultimo, lo 0-0 del marzo scorso, che ha rallentato la rincorsa dei giallorossi alla Juve: dimostrazione che quando Inter e Roma si trovano di fronte non sono mai sfide banali…

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,