Roma, Sabatini: “Strip club? La squadra è coesa”

Pubblicato il autore: TonyR Segui

Sabatini Roma

I giocatori volevano solo distrarsi“. Tenta di sdrammatizzare il ds giallorosso Walter Sabatini sulla notte brava trascorsa dai giocatori della Roma a Mosca, dopo il brutto 1-1 di Champions League contro il CSKA, che ha messo a rischio il proseguo del cammino Europeo della squadra della Capitale, nella massima competizione calcistica Europea.

“La squadra aveva il permesso, siamo una dirigenza liberale. Siamo contenti che la squadra voglia ritrovarsi insieme. il problema è che non avevo la divisa sociale, altrimenti sarei andato anch’io”, la battuta di Walter Sabatini, nel tentativo di chiudere il caso scoppiato nel post partita di Mosca. Tra i tifosi giallorossi, però, serpeggia un notevole malumore a causa del comportamento dei loro beniamini e il ds della Roma, ai microfoni della radio ufficiale della squadra di capitan Totti, tenta di sdrammatizzare facendo appello all’ironia: “Si dice che lo spogliatoio non sia più saldo, ma a me sembra particolarmente coeso, visto che l’uscita notturna l’hanno fatta tutti. Quando la squadra si muove in blocco, vuol dire che c’è una forte coesione. Per fare chiarezza, comunque, la squadra aveva avuto il permesso della società di stare fuori un paio di ore. Magari qualcuno è stato un po’ di più, ma noi siamo cerberi, siamo una dirigenza liberale e sappiamo come e quando essere in sintonia col nostro gruppo. Dopo il risultato di Manchester (vittoria del City sul Bayern) la squadra aveva bisogno di distrarsi un po’ e lo hanno fatto in amicizia e compatti. Non è successo niente, anzi, siamo contenti che la squadra voglia ritrovarsi insieme anche per fare qualcosa di godibile.”

E chi lo dice, quindi, che donne e pallone non possono stare insieme? A Roma…è un binomio vincente. Forse.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Roma-Ajax, streaming e diretta TV8 o Sky Sport? Dove vedere Europa League