Serie B, Avellino: è crisi?

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

Un solo punto nelle ultime due giornate, per di più entrambe giocate in casa, e nell’ambiente Avellino si comincia a parlare di crisi. Dopo l’entusiasmante inizio di stagione, che ha visto la compagine bianco-verde guidata da Massimo Rastelli in vetta al campionato anche per qualche giornata, ora c’è la frenata. Frenata che è arrivata proprio nel momento migliore degli irpini, quando ci si aspettava quel qualcosa in più per poter davvero competere con le formazioni di testa.

E, invece, per i ragazzi di mister Rastelli è arrivata prima la sconfitta, inaspettata, al Partenio contro il Vicenza, e poi solo il pareggio casalingo di settimana scorsa con il Varese. Uno 0 a 0 che ha lasciato sì rimpianti nei campani, soprattutto per un secondo tempo giocato all’arma bianca senza però mai riuscire a trovare il gol della vittoria,  ma che praticamente ha condannato l’Avellino ad allontanarsi dalle posizioni di vertice della cadetteria, seppur restando comunque in piena zona play-off.

Leggi anche:  SerieA, sottosegretario Costa: "Ad agosto la Serie A ripartirà col 25% del pubblico"

Quello che sorprende della squadra irpina è la mancanza di soluzioni offensive quando Castaldocapocannoniere della Serie B, non è in giornata di grazia. Ad una difesa presente e solida e comunque rocciosa anche grazie alle parate di Gomis, fa da contraltare un attacco non proprio prolifico (escludendo proprio le marcature di Castaldo, che però deve far i conti con un’età non più verdissima). Per questo, calciomercato vocifera dell’interessamento dell’Avellino di Taccone per un terzino destro e un attaccante. E se nel ruolo che era di Zito, ora avanzato in ruolo più offensivo, si guarda con interesse a Johad Ferretti, terzino francese del Milan attualmente alla Spal, e a Simone Pecorini, classe 1993 del Cittadella, in avanti sono soprattutto due i nomi che stuzzicano l’appetito: Leonardo Pavoletti, attaccante toscano del Sassuolo poco utilizzato da Di Francesco in Serie A, e George Puscas, la punta rumena classe 1996 che nell’Inter Primavera sta facendo sfaceli ed è ora pronta a competere in una serie di maggior prestigio

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: