Serie B, buona la prima per Davide Nicola: il Bari torna alla vittoria dopo un mese

Pubblicato il autore: Elena Voltolini Segui

Bari-Trapani esordio Nicola

Dopo tre sconfitte consecutive e dopo aver messo insieme solo un punto nelle ultime cinque giornate, il Bari torna ad assaporare il gusto della vittoria. L’esordio di Davide Nicola sulla panchina dei pugliesi è sofferto ma vincente. Il cambio della guida tecnica sembra aver avuto l’effetto di una scossa sulla rosa biancorossa e l’impronta del nuovo mister si è vista chiaramente nel diverso approccio al match.

Al San Nicola, contro il Trapani di Boscaglia, scende in campo un Bari determinato e sicuro: sempre alto, proiettato in avanti e capace di un’ottima intensità di gioco. La firma di Nicola è evidente, soprattutto nella prima frazione. I biancorossi si proiettano subito in avanti e già al 6’ Sciaudone va vicino al gol, testando i riflessi di Gomis, chiamato in causa anche al 10’ da Romizi ed al 20’ ancora una volta dal numero 8 biancorosso. Il forcing dà i propri frutti al 32’ quando Galano con un preciso diagonale supera l’estremo difensore siciliano.

Leggi anche:  Juventus, Pirlo: “Spal? Match difficile, servirà concentrazione”

Il Bari ritrova così il gol dopo oltre 300 minuti: per rivedere una rete pugliese bisogna, infatti, riavvolgere il nastro del campionato sino all’88’ della partita contro il Pescara, datata 28 ottobre. Da lì è cominciata una lunga astinenza, la prova forse più lampante di un profondo black out tecnico e tattico.
Il gol è il primo segnale che, forse, l’uscita dal tunnel è vicina. La strada sembra farsi in discesa al 67’ quando l’arbitro indica il dischetto per un fallo di mani di Lo Bue e Caputo concretizza il penalty e sigla il 2-0. Un altro rigore, però, nella porta opposta, realizzato da Mancosu, riapre la partita, anche perché il Bari si smarrisce di nuovo, paralizzato dalla paura di farsi sfuggire di mano il match. Cosa che rischia di accadere sul serio perché il Trapani prende coraggio e per ben due volte segna, ma l’arbitro gli dice no.
Per i padroni di casa gli ultimi 10 minuti sono di grande sofferenza e sugli spalti ogni giro di lancette è un sospiro di sollievo. Alla fine, dopo 5’ di recupero, arriva il triplice fischio che sancisce il ritorno alla vittoria dei galletti.

Leggi anche:  Milan, Pioli: “Partita era equilibrata in 11 contro 11. Ibra-Lukaku? Non so cosa si siano detti...”

Per Davide Nicola, quindi, esordio vincente, forse anche con un po’ di fortuna, ma in questo caso vale davvero il detto che la fortuna aiuta gli audaci. L’intraprendenza del Bari è stata premiata e già qualche netta inversione di rotta rispetto al corso di Mangia si è vista, anche se per cambiare il volto di una squadra non può certo bastare una settimana di lavoro. La strada, però, è quella giusta, come afferma lo stesso Mister Davide Nicola al termine della partita vinta contro il Trapani: “I primi venti minuti abbiamo giocato molto bene ed i ragazzi hanno fatto quello che avevo chiesto loro. Sul 2-1 ci siamo lasciati sopraffare dalla paura: abbiamo avuto timore di prendere gol ed abbiamo rischiato davvero di farci raggiungere se non superare. Dobbiamo avere ancora più intensità ed anche rischiare di più. Dobbiamo lavorare tanto e con umiltà, ma la strada è quella giusta: è lunga, ma è quella giusta”.

La strada dei biancorossi proseguirà domenica 30 novembre contro il Bologna: un ostacolo difficile, una vera e propria prova del nove per il nuovo Bari targato Davide Nicola.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: