Serie B: diamo un’occhiata alla capolista, il Carpi

Pubblicato il autore: Giuseppe Pontoriere Segui

carpi serie b

Si è affacciato alla Serie B per la prima volta nella sua secolare storia soltanto la scorsa stagione, ma si è subito fatto trovare pronto, conquistando una salvezza a dir poco tranquilla nel campionato cadetto (12° posto e sogno Play-off sfiorato). Quest’anno il Carpi sembra voler davvero fare le cose in grande, a giudicare dallo splendido avvio di stagione. Primo posto in classifica in solitaria dopo la roboante vittoria casalinga contro il Cittadella per 5 reti a 2 (in concomintanza con la brusca frenata del Frosinone in casa del Pescara) ed un gioco spumeggiante orchestrato sapientemente dal tecnico maceratese Fabrizio Castori che quest’anno, dopo le difficili esperienze degli ultimi anni ad Ascoli, Varese e Reggio Calabria, sembra finalmente aver trovato la sua dimensione ideale. Dopo la partenza sprint del Perugia di Andrea Camplone e l’eccellente ruolino di marcia del Frosinone di Roberto Stellone sembra proprio sia arrivato il momento per l’11 biancorosso di prendere in mano le redini del campionato. La speranza è quella che il rendimento della squadra modenese sia costante. Negli anni precedenti, infatti, in Serie B è spesso capitato che diverse compagini (soprattutto neopromosse) disputassero un ottimo girone d’andata per poi concludere la stagione in maniera abbastanza deludente. Gli 8 gol in 14 partite del talentuso attaccante nigeriano Jerry Mbakogu lasciano però ben sperare.

  •   
  •  
  •  
  •