Serie A, Shevchenko e Milito giocano il loro derby: “Sara’ Fernando Torres contro Palacio”

Pubblicato il autore: Luigi Ronza Segui

derby

Due grandissimi protagonisti del derby di Milano, prossimo match di cartello della Serie A, tirano le somme  – ai microfoni della Gazzetta dello Sport – in vista della gara di domenica: Andrij Shevchenko, ex punta del Milan stellare dei primi anni del nuovo secolo e Diego Milito, eroe della Champions vinta dall’Inter contro il Bayern Monaco e indimenticato “Principe” di Appiano Gentile.

SHEVCHENKO: E’ L’ORA DI TORRES – Per l’ucraino e’ arrivata l’ora dello spagnolo Fernando Torres, ancora “oggetto misterioso” del primo Milan targato Filippo Inzaghi: “Da Fernando mi aspetto molto di più e so che può dare di più. L’ho incrociato da avversario in Inghilterra, grande attaccante. Io credo che Torres abbia ancora molto da dare, la sua storia non è finita. E poi il Milan ha altri buoni attaccanti: Menez è bravo, El Shaarawy un giovane di qualità”

MILITO: MANCINI E’ TORNATO, ATTENTI A PALACIO – L’argentino vede nel ritorno del “Mancio” sulla pachina nerazzurra la panacea contro il momentaccio dei suoi compagni (per il Principe l’arrivo dello jesino prelude a un nuovo progetto in grande stile per l’Inter, vicina ai fasti dell’era Mourinho) e non ha dubbi nell’individuare in Palacio l’uomo che fara’ la differenza. “Palacio è uno che si martella abbastanza, il problema è che al Mondiale gli hanno martellato, e infiltrato, molto anche la caviglia. Ma il peggio è passato. Lo sento spesso al telefono e lo sento molto meglio: sono sicuro che giocherà un grande derby. E che il 4-3-1-2 sarà il suo paradiso, potrà fare quel lavoro sporco da seconda punta che gli piace tanto”

  •   
  •  
  •  
  •